Provincia / Nola

Commenta Stampa

Nola Città dei Gigli, prosegue la crescita

Con la Megaride sconfitta che sa di impresa

Nola Città dei Gigli, prosegue la crescita
26/09/2013, 12:29

NOLA - Seconda sconfitta stagionale per le ragazze del Nola Città dei Gigli a.s.d. La squadra allenata da coach Girolamo Buono ha infatti ceduto con il punteggio finale di 3-0 sul campo della corazzata Megaride Napoli nel secondo turno del girone 10 preliminare di Coppa Italia di serie B2. A fronte di un risultato apparentemente netto e senza possibilità di appello, sono stati tanti gli spunti di ulteriore miglioramento emersi da questa seconda uscita ufficiale dell’anno per le giovanissime atlete nolane. Per niente intimorite dal blasone e dalla caratura tecnica delle avversarie che potevano contare in campo su giocatrici del calibro di Liguori, Pichierri, Pellicane, Muzio ed Esposito, le  ragazze del Nola Città dei Gigli a.s.d. hanno saputo dare il meglio di se, soccombendo nei tre parziali a causa di quei peccati di gioventù tipici di una squadra composta in maggioranza da atlete ’97-‘98.
La partita ha visto uscire forte dai blocchi proprio il Nola Città dei Gigli a.s.d. che, complice qualche errore di troppo delle padrone di casa, è riuscito a portarsi sul 2-4. La reazione della Megaride è però arrivata puntuale con Liguori e Pellicane spietate nel riprendersi dapprima le redini del match (8-7) e poi il set (25-18) nonostante le belle giocate in attacco di Rinaldi e l’ottimo ingresso in campo di Prisco. Nel secondo game, sulla scia di quanto di buono fatto intravedere in avvio, le bruniane hanno messo in campo grande entusiasmo aprendo le danze sul 2-8 trascinate dalla solita Rinaldi ben imbeccata da Pasciari in regia e supportata dalle prime folate offensive di De Martino, limitata da un fastidioso infortunio ad un dito della mano sinistra, e di una sempre più sicura Palazzolo (classe ’97) al centro. Dopo il break, però è arrivato il solito blackout in ricezione e difesa che ha consentito alla Megaride di ricucire lo strappo e poi chiudere il set sul 25-20. Il trend positivo è poi proseguito nell’ultimo parziale di gioco in cui le bruniane hanno dapprima resistito all’onda d’urto delle padrone di casa guidate da Muzio, Pichierri e Liguori (16-11) e poi provato a rimettere in equilibrio il match anche grazie all’ottimo apporto dalla panchina delle giovanissime Lucariello, Pagano, Paura, Foglia e Angelillo che hanno dimostrato, al pari delle più utilizzate Palazzolo, Prisco, Ferrante, Trinchese, Rinaldi, Pasciari, Tafuro e De Martino, di saper reggere l’impatto con la B2 nonostante la verde età. Sul 23-22 è però, ancora una volta, mancata la giusta cattiveria per provare a mettere il bastone fra le ruote ad una Megaride che si è dimostrata, come da copione, spietata nei momenti clou del match archiviando la pratica con il 25-23 finale.
Soddisfatta della buona prova sciorinata sul campo della Megaride Napoli, la schiacciatrice Tonia De Martino adesso punta a compiere l’ultimo step che separa il Nola Città dei Gigli a.s.d. dalla prima vittoria stagionale: “Bisogna continuare a lavorare sodo – ha dichiarato la De Martino al termine del match – perché dobbiamo assolutamente evitare quei cali di tensione che ci sono costati caro anche stasera. Abbiamo giocato a tratti molto bene, ma senza quegli errori forse avremmo portato a casa un set o forse due. Di fronte avevamo una grande squadra, va ricordato, e pertanto per il momento possiamo ritenerci soddisfatte”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©