Provincia / Nola

Commenta Stampa

Nola. Consiglio Comunale dei Ragazzi: si riparte


Nola. Consiglio Comunale dei Ragazzi: si riparte
11/01/2012, 12:01

Riparte il progetto del Consiglio Comunale dei Ragazzi. È previsto, infatti, per domani, giovedì 12 gennaio, alle ore 16.30, la convocazione del primo consiglio comunale baby che procederà all’elezione del nuovo Presidente del Consiglio e del Sindaco junior.

Al momento, la nuova assise risulta così composta; per le scuole elementari, in particolare per il Secondo Circolo, abbiamo Valeria Nappi, Maria Sticchi e Francesco Scala; per la Mameli, Mario Giugliano e Marika Vastola; per la Remotti, Lorenzo Marcone; per la Fiore (Polvica), Teresa De Luca. Per quanto concerne, invece, le scuole medie i baby consiglieri sono per la Merliano, Angelo Meglio, Santolo De Sena, Alessandra Giannini, Ferdinando De Risi, Alfonso Piatti, Nunziata Donadio, Rosario Sangermano, Martina Spampanato, Virginia Carrella e Antonio De Simone; per la Mameli (Piazzolla) Valeria La Pietra, Elena Alfieri, Mattia Nunziata e Mario Giugliano; per la Fiore (Polvica) Pietro Esposito e Simone De Rosa; per la Giordano Bruno, Crescenzo Meo, Annibale Gallucci, Olimpia Limmatola e Gianluca Grisi.

Dunque, cresce l’attesa per l’elezione del nuovo il nuovo mini sindaco che andrà a sostituire Celeste Serpico, decaduta perché oggi alunna del Liceo. Non mancano le prime candidature, in particolare quelle di Virginia Carrella, Martina Spampanato, Elena Alfieri e Simone De Rosa.

Tutti i baby consiglieri, sia i nuovi che quelli in carica hanno mostrato grande entusiasmo rispetto al progetto.

“È un progetto a cui teniamo tanto – ha dichiarato il Presidente della Commissione Pubblica Istruzione Pasquale Petillo –. Si tratta di un modo per rendere partecipi i giovanissimi alla vita cittadina, facendoli crescere con il senso e la conoscenza delle istituzioni”.

“Il nostro impegno – ha aggiunto l’Assessore alla Pubblica Istruzione Rino Barone – è volto non solo al miglioramento dei servizi e delle strutture delle scuola, ma quello di offrire ai ragazzi importanti occasioni di formazione”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©