Provincia / Nola

Commenta Stampa

Nola, Depalma: "In Piazza d'Uomo il grido silenzioso di chi tace"


Nola, Depalma: 'In Piazza d'Uomo il grido silenzioso di chi tace'
18/09/2013, 11:41

NOLA - Le problematiche e le prospettive del sociale, l'uomo come orizzonte di osservazione. Piazza d'Uomo, l’evento proposto da Caritas Nola i prossimi 20 e 21 settembre, segue il solco tracciato negli anni passati dagli Happy Hours di Agosto col Grembiule e punta ad avviare un dialogo continuativo sul territorio, cominciando da una ferma e condivisa denuncia dell'usura. Ad inaugurare la due giorni, venerdì 20 alle 19 nel Salone dei Medaglioni della Curia, interverranno infatti il magistrato della Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli Giovanni Conzo, il Responsabile Microcredito per Caritas Italiana, Monsignor Andrea La Regina, il Professore Ciro Pizzo dell'Università Suor Orsola Benincasa, ospiti del convegno "Nuova povertà: usura. Nuova opportunità: microcredito", presieduto dal Vescovo Depalma. "In piazza anche il grido silente può farsi sentire" dichiara Beniamino Depalma "il grido dovuto a mali ed emergenze che per dignità non vengono fuori, che per vergogna non si denunciano su cartelli o slogan. C'è l'emergenza carsica di una povertà che talvolta non si vede ma che logora e scava tunnel di solitudine e di sfruttamento. Daremo voce in questo momento al grande problema di un'economia che ragiona a partire dall'interesse personale, dove l'usura dice il potere ma dove anche le strutture di prestito e credito sono sempre più concentrate sulla dimensione del profitto e non del servizio". Nella dimensione di Piazza d'Uomo non solo le criticità dei nostri tempi, la mattina di sabato 21 vedrà infatti protagonista la Società Sportiva Calcio Napoli, che animerà Piazza Duomo dalle 9,30 con una dimostrazione calcistica del settore giovanile, a cui parteciperanno anche nomi storici della società sportiva, come Alberto Savino. Seguirà un confronto sul ruolo dello sport tra il Vescovo Depalma, il procuratore calcistico Mino Raiola, il formatore di rianimazione cardiopolmonare Armando Napolitano e Francesco Barresi, direttore del settore giovanile. "Parlare di sport in un contesto culturale, come quello al quale ci ha invitato S.E. il Vescovo, è lo sforzo a cui tendiamo, specialmente per il settore giovanile. Sogniamo uno sport, che già per antonomasia è momento di incontro alla pari, senza razza, senza ceto, senza barriere di ogni sorta" spiega Barresi. Atteso tra gli ospiti anche Enzo Raiola, procuratore calcistico di fama nazionale, che annuncia: "Nell'era di internet e delle chat, troppi giovani restano in casa da soli. La piazza è il riferimento futuro perché lo è stato per tutti noi in passato. Anche l'usura nasce laddove le persone restano sole e chiuse in casa. La piazza è il simbolo per uscire all'aperto, allo scoperto". I numerosi momenti di riflessione proposti da Piazza d'Uomo non tradiranno l'ormai consolidato stile di Caritas Nola, che sarà accompagnata per l'intera giornata di sabato da Radio Marte Stereo e dai suoi entertainers Gigio Rosa e Gigi Soriani. Nella serata di sabato anche le performance artistiche a cura di Napoli Cultural Classic, su testi del noto scrittore Claudio Volpe, a partire dalle 19 nei giardini del palazzo vescovile. Le esperienze di microteatro, rivolte a tutti per denunciare il fenomeno dell'usura, daranno l'opportunità per 5 minuti di vivere al fianco di un'usuraia del nostro territorio, interpretata dall'attrice Ivana D'Alise, e di un impiegato di banca alle prese con la propria depressione, interpretato da Carlo Cutolo.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©