Provincia / Nola

Commenta Stampa

Nola. Finite le festività Natalizie riaprono i cantieri


Nola. Finite le festività Natalizie riaprono i cantieri
08/01/2013, 12:14

Chiusa la parentesi delle festività Natalizie, aprono vecchi e nuovi cantieri in città. Da ieri sono ripresi i lavori di riqualificazione del basolato del Corso Tommaso Vitale. L’intervento riguarderà il lato “Villa Comunale”. Con la sottoscrizione del verbale, invece, sono stati consegnati i lavori per la riqualificazione di Via Cimitile e Via On. Francesco Napolitano, opera prevista dal Piano triennale per le Opere Pubbliche. Considerato che i tratti di strada da riqualificare sono interessati da un notevole traffico veicolare e costituiscono le uniche arterie di ingresso della città per i veicoli provenienti dalla S.S. 7 Bis, per consentire il normale deflusso veicolare l’’intervento, che interesserà prima Via Cimitile, sarà diviso in tre tratti, con relativi cronoprogrammi: il primo comprenderà il tratto stradale dalla Stazione Circumvesuviana all’incrocio con Via Mario De Sena e consisterà nella rifazione stradale e del marciapiede di un solo lato; il secondo partirà da Via Mario De Sena per arrivare alla rotonda dell’ex Caserma dei Vigili del Fuoco e prevede la rifazione stradale, marciapiede del secondo lato del I tratto e del marciapiede lato sinistro; il terzo ed ultimo si spingerà dalla suddetta rotonda fino all’altezza del ponte dell’Alveo su via Cimitile e prevede la rifazione stradale, marciapiede lato destro del II tratto e marciapiedi lato destro e sinistro del III tratto. Ad aggiudicarsi la gara d’appalto, espletata dalla Stazione Unica Appaltante presso la Prefettura di Napoli è stata l’impresa Edil Geo s.n.c., per un importo contrattuale di euro 432.171,44 oltre 17.776,12 per oneri sicurezza oltre IVAI lavori del I tratto (dalla Stazione Circumvesuviana all’incrocio con Via Mario De Sena) cominceranno lunedì prossimo, 14 gennaio 2013 e dovrebbero terminare il 10 febbraio 2013. All’uopo sarà prevista dal Comando di P.M. una viabilità alternativa. L’intervento, invece, dovrebbe terminare entro il mese di maggio prossimo.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©