Provincia / Nola

Commenta Stampa

Nola, “Giornata della Memoria”: I giovani ricordano la Storia


Nola, “Giornata della Memoria”: I giovani ricordano la Storia
28/01/2012, 14:01

All’inizio dei lavori, il Sindaco ha comunicato le dimissioni dell’Assessore alla Viabilità Giuseppe Esposito, sottoposto agli arresti domiciliari, in quanto coinvolto in un’operazione della Guardia di Finanza coordinata dalla Procura di Firenze. Il sindaco Biancardi ha sottolineato il senso di responsabilità dell’Assessore Esposito nel rassegnare prontamente le dimissioni ed ha espresso piena fiducia nell’ormai ex componente dell’esecutivo, affinché possa dimostrare la propria assoluta estraneità ai fatti contestati.

In apertura dell’assise si è discusso delle definizione delle aliquote Irpef a seguito delle osservazioni avanzate dal competente ministero circa i criteri già approvati dal Consiglio Comunale, lo scorso 16 dicembre. Ad essere contestata è la presenza della fascia di esenzione fino ad 8.000 euro, non compatibile con l’aliquota progressiva a scaglioni, così come previsto nella delibera in questione. In pratica una volta prevista la soglia è richiesta un’aliquota unica. Dopo una lunga discussione ed un serrato confronto, è stato approvato il nuovo schema, secondo la proposta avanzata dal capogruppo del PdL, Michele Cutolo. In particolare, al fine di mantenere il criterio della progressività, è stata eliminata la fascia di esenzione, rimodulando l’aliquota in relazione ai vari redditi.

Nello specifico da 0 a 15.000 euro viene applicata un’aliquota dello 0,2%. Da 15.000 a 28.000 un’aliquota dello 0,4%. Da 28.000 a 35.000 un’aliquota dello 0,6%. Da 35.000 a 55.000 un’aliquota dello 0,7%. Da 75.000 euro in poi, un’aliquota dello 0,8%.

“Nella nostra proposta – ha dichiarato il capogruppo Cutolo – abbiamo soprattutto tenuto in considerazione un criterio di giustizia sociale e di equità, cercando di venir incontro alle fasce più deboli e quelle dei redditi medi e, al tempo stesso stando attenti a non alterare le previsioni di entrata”.

Sulla questione Esplana il consiglio comunale ha votato una delibera a sostegno dei lavoratori che da mesi lottano per il diritto al lavoro dopo il fallimento dell’azienda. Nel provvedimento si specifica come l’amministrazione comunale faccia parte di un tavolo di concertazione, insieme alle forze sindacali, la Regione, la Legacoop ed i lavoratori. Nel documento è anche puntualizzato che il comune può unicamente svolgere un ruolo di sollecito e di intermediazione.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©