Provincia / Nola

Commenta Stampa

Nola. La Rete delle Grandi Macchine a Spalla verso l’Unesco


Nola. La Rete delle Grandi Macchine a Spalla verso l’Unesco
26/11/2011, 13:11

Ancora un passo avanti verso l’Unesco. Continua l’iter intrapreso dalla Rete delle Grandi Macchine a Spalla per ottenere l’agognato riconoscimento di “Patrimonio dell’Umanità”. Un nuovo incontro si è tenuto a Roma, presso la Presidenza della Commissione Agricoltura della Camera dei Deputati, tra i rappresentanti istituzionali delle quattro Città gemellate (Nola, Palmi, Sassari e Viterbo) che hanno sottoscritto la candidatura, entrata in piena fase di selezione. Presenti al tavolo tecnico il Sindaco di Nola, Geremia Biancardi e l’Assessore ai Beni Culturali, Maria Grazia De Lucia, il Sindaco di Sassari Gianfranco Ganau e l’Assessore al ramo Dolores Lai, il Vicesindaco di Viterbo Enrico Maria Contardo e il Dirigente del Settore Stefano Meneghini, i Funzionari provinciali e regionali della Calabria e la coordinatrice della Rete Patrizia Nardi.

Nel corso della riunione sono state analizzate le fasi del percorso del Piano di Salvaguardia, parte integrante ed elemento d’eccellenza della candidatura, che dovrà essere pienamente condiviso dai soggetti coinvolti. Diversi gli step da portare avanti, con il coinvolgimento anche delle comunità, sino a febbraio 2013, periodo in cui è prevista la valutazione finale per entrare nella Lista Rappresentativa del Patrimonio Culturale Immateriale dell’Umanità. In questa ottica, il Coordinamento Scientifico della Rete ha deliberato un calendario delle attività di salvaguardia con l’organizzazione di vari eventi, tra cui quello di divulgazione del percorso di candidatura con la presentazione in ognuna delle Città della Rete del dossier e del filmato inviati a Parigi.

Ad “inaugurare” questa fase sarà la Città di Palmi mercoledì 30 novembre 2011. A seguire, secondo un calendario stilato dalle singole comunità, le altre Città. Singoli eventi che culmineranno nella prossima primavera con un convegno internazionale per la raccolta di esperienze su progetti di salvaguardia, abbinato ad una Mostra in una piazza del centro storico di Roma delle “eccellenze” storico – culturali, artistiche, paesaggistiche ed enogastronomiche delle comunità delle Feste della Rete.

“Finalmente ci siamo – ha dichiarato il Sindaco Geremia Biancardi –. In questa fase la candidatura della Rete sta procedendo piuttosto speditamente. Siamo particolarmente fiduciosi e crediamo molto in questo progetto avviato nel lontano 2006 e che, oggi, vede i suoi primi e positivi risultati. A questo punto è necessaria la collaborazione di tutti, a cominciare dalla comunità festiva. Come Amministrazione faremo il possibile per mettere in campo una serie di iniziative utili al rispetto, alla tutela e alla salvaguardia della nostra amata Festa. In tale ottica posso già annunciare che il 2012, anno decisivo per la selezione finale, sarà ricco di sorprese e novità funzionali ad ottenere quel riconoscimento che Nola tanto merita”.

“Da sempre le tipicità rappresentano il biglietto da visita di una Città – ha commentato l’On. Paolo Russo, che ieri ha ospitato l’iniziativa presso la Presidenza della sua Commissione a Roma –. La salvaguardia delle peculiarità ambientali, culturali, artistiche, paesaggistiche ed enogastronomiche di un territorio, rappresenta il passo decisivo per la conservazione degli usi e dei costumi. Tutelare le singole realtà quindi, attraverso la valorizzazione e la promozione delle proprie tradizioni, vuol dire aver cura della nostra terra e delle sue “eccellenze”. E quando si parla di eccellenze non possiamo non citare la Festa dei Gigli, la Macchina di Santa Rosa, i Candelieri di Sassari e la Varia di Palmi, da sempre “veri e propri capolavori immateriali” della Cultura italiana”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©