Provincia / Nola

Commenta Stampa

Nola. Nuovo attentato incendiario presso l’abitazione del Sindaco Biancardi


Nola. Nuovo attentato incendiario presso l’abitazione del Sindaco Biancardi
26/09/2012, 16:56

Ferma condanna per un atto delinquenziale e solidarietà al primo cittadino. E’ unanime la vicinanza di tutte le forze politiche del Consiglio Comunale al Sindaco Geremia Biancardi, vittima di un nuovo attentato incendiario che ha danneggiato il portone di casa. Un atto che ha provocato lievi danni materiali, ma che esprime, in maniera chiara ed univoca, l’intento intimidatorio.

“Non ci pieghiamo a questi atti intimidatori – dichiara il presidente del Consiglio, nonché commissario cittadino dell’Udc, Francesco Pizzella – continuiamo nella nostra azione amministrativa nell’interesse della città di Nola. Il dato è preoccupante e da valutare con grande attenzione, anche se si tratta di un episodio isolato e senza nessun fondamento. Porgo anche i sentimenti di solidarietà del partito dell’Udc che attraverso il segretario provinciale, Carmine Mocerino, esprime la vicinanza al sindaco in questo difficile momento. Confidiamo – conclude Pizzella – nell’operato delle forze dell’ordine che attraverso le loro indagini possono arrivare ad individuare l’autore di questo atto indegno”.

“Condanniamo fermamente questo grave episodio – aggiunge Raffaele Casilli, capogruppo consiliare della lista Libertà Uniti per Nola Dc –. Si tratta di metodi incivili e proprio per questo confidiamo nel lavoro delle forze dell’ordine, affinché il responsabile o i responsabili vengano assicurati alla giustizia”.

Sostegno e vicinanza giunge anche dal capogruppo consiliare del Pdl, Michele Cutolo: “Non possiamo che esprimere piena solidarietà al Sindaco Biancardi e la ferma condanna a questi atti che non fermeranno l’azione dell’amministrazione. Ritengo che siamo di fronte ad azioni isolate che non ci devono distogliere dai problemi della città. Piena fiducia riponiamo nella magistratura affinché individui questi balordi”

“Anche come partito – afferma il commissario cittadino del Pdl Franco Nappi – siamo vicini al sindaco. Episodi come questi sono da definire unicamente come delinquenziali e condannati in maniera unanime e grave”.

Solidarietà e condanna dell’atto intimidatorio provengono anche dai banchi dell’opposizione.

“Sono fatti vergognosi, atti intimidatori isolati – afferma Franco Ambrosio, capo gruppo della lista Progetto Nola e Presidente della Commissione Trasparenza –. Fare il sindaco nelle nostre zone resta ancora molto difficile. Proprio per questo è opportuno che le forze dell’ordine e le varie articolazioni dello Stato tornino ad alzare la soglia di attenzione”.

“Solidarietà assoluta al sindaco – ribadisce Umberto Bruno, capogruppo di Etica e Politica –. Siamo di fronte a dei veri delinquenti. In una società civile non possono esserci atti di questo tipo. Nessuna forma di dissenso potrebbe giustificare questo tipo di episodio, anche se fossimo di fronte al peggior sindaco. Ferma condanna, dunque, e solidarietà al primo cittadino”.

“A nome del Partito Democratico – conclude Salvatore Maffettone consigliere PD – esprimo totale solidarietà al sindaco ed alla sua famiglia per il grave atto intimidatorio subito la scorsa notte. Ripongo la massima fiducia negli organi di investigazione di polizia e nella magistratura affinché i responsabili siano assicurati alla giustizia”.

di

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©