Provincia / Nola

Commenta Stampa

Nola, V Commissione Consiliare all’Ospedale “Santa Maria della Pietà”


Nola, V Commissione Consiliare all’Ospedale “Santa Maria della Pietà”
27/11/2009, 13:11


NOLA - Secondo accesso della V Commissione Consiliare, presieduta dal consigliere Franco Nappi, al civico ospedale “Santa Maria della Pietà”, nell’ambito del monitoraggio periodico presso le strutture sanitarie che insistono sul territorio comunale. Novità positive e vecchie criticità sono emerse dall’incontro odierno. Cominciando dalle buone notizie, va rimarcato come lo stesso direttore sanitario Mauro Muto ha evidenziato come la sinergia interistituzionale abbia prodotto un primo non trascurabile risultato: grazie alla collaborazione con l’Amministrazione Comunale, i dipendenti dell’ospedale potranno utilizzare il parcheggio della struttura sportiva comunale “Sporting Nola”. Ma le criticità presenti e già riscontrate nell’accesso dello scorso mese permangono tutte nel loro stato di gravità. Il riferimento va al problema relativo alle sale operatorie, il cui progetto di incremento è bloccato da anni per via di un contenzioso. Al momento tutto il territorio di riferimento del nosocomio bruniano è servito da un'unica sala operatoria. Altro tasto dolente è l’incomprensibile inerzia rispetto all’avvio dei lavori di ampliamento dell’Ospedale, nonostante l’Amministrazione Comunale abbia deliberato in consiglio, ben quattro anni fa, la variazione al piano regolatore per consentire l’inizio del progetto. Inoltre è stata evidenziata la questione relativa al personale, alla luce dell’accorpamento del reparto di ostetricia e ginecologia di Pollena con quello di Nola. A mancare sono in particolare gli infermieri. “E’ scandaloso che rispetto a questi temi permanga un immobilismo dei vertici aziendali che attendevamo al tavolo di oggi – ha dichiarato il presidente della commissione annona Franco Nappi –. Ci siamo autoconvocati per il 31 dicembre, sempre qui all’ospedale, per un confronto con il Direttore Generale, il Commissario, i responsabili dell’ufficio tecnico, per conoscere gli atti ed il perché i lavori programmati sono fermi da anni. Non possiamo consentire oltre, questa superficialità nel considerare i problemi connessi al buon funzionamento della sanità nel nostro territorio”. I membri della commissione hanno ringraziato il direttore Muto per il senso di collaborazione mostrata, ma al tempo stesso hanno rimarcato come altrettanta disponibilità non sia stata mostrata dai “livelli superiori” dei vertici sanitari. “ Non molleremo la presa – ha dichiarato il consigliere di opposizione Bruno Umberto di Etica e Politica – se non si cambierà registro chiederemo un consiglio comunale monotematico”. A chiusura dei lavori, la commissione ha fatto visita al ristrutturato reparto ostetricia. A fare da guida, il primario Cosimo Ricco, che ha illustrato nei dettagli tutte le nuove apparecchiature istallate, in particolare la vasca per il parto in acqua.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©