Provincia / Area Flegrea

Commenta Stampa

L’associazione "Pozzuoli Deve Vivere" bacchetta gli enti

Nove candeline per via Pergolesi: il grido di Prebenda


Nove candeline per via Pergolesi: il grido di Prebenda
20/09/2010, 16:09

POZZUOLI (NA) - Prosegue il dramma di via Pergolesi, importante punto di collegamento tra la zona alta e bassa di Pozzuoli. La strada presenta ancora le stesse condizioni, precarie, dal settembre del 2001, quando 162 millimetri di pioggia, caduti in appena due ore, misero in ginocchio l’intera Campania, area flegrea compresa.
E sono nove! Tanti gli anni trascorsi da quella terribile notte del 2001 tra il 14 e il 15 settembre, quando un violentissimo nubifragio fece crollare il costone di via Pergolesi scrive in un comunicato Gennaro Prebenda, presidente dell’Associazione Pozzuoli Deve Vivere - 3285 giorni dopo, la strada è ancora ridotta in condizioni a dir poco pericolosissime con grave disagio per la viabilità, creando un senso unico e quindi non facilitando lo scorrimento adeguato del traffico.
Lo stato di forte disagio e conseguente pericolosità per l’incolumità degli stessi pedoni, aspettiamo il morto? Quanto tempo deve ancora trascorrere per dare una giusta e sicura viabilità? Dopo nove anni se lo chiedono in molti perché via Pergolesi è ancora in questo gravissimo disagio? Colpa di chi? Pozzuoli fu messa in ginocchio con 162mm di pioggia, che trasformarono Pozzuoli in un vero e proprio lago e le ripercussioni non mancarono, ma ancora tutt’oggi nulla è cambiato.
Un pericolo costante anche per la casa circondariale femminile e anche per il personale che lavora all’interno della struttura. Si parla tanto dei megaprogetti (waterfront) ma se in nove anni non sono riusciti a dare vita alla zona, come possiamo credere in quello che dicono i nostri irresponsabili amministratori e i vari organi di competenza. Si spera in una risposta adeguata di chi è responsabile di tutto questo
”.

Commenta Stampa
di Tiziana Casciaro
Riproduzione riservata ©