Provincia / Torre del Greco

Commenta Stampa

Il futuro assessore accusato di associazione a delinquere

Nuovo scandalo politico a Torre del Greco: indagato Guarino


Nuovo scandalo politico a Torre del Greco: indagato Guarino
08/01/2011, 11:01

TORRE DEL GRECO - Non c’è pace per l’Amministrazione comunale di Torre del Greco. Sulla testa del sindaco Ciro Borriello pende inesorabile una spada di damocle ad ogni cambiamento o rimpasto di giunta. Si passa da scandalo in scandalo, con accuse vere o presunte di consiglieri, assessori o futuri incaricati. Dopo le mazzette di vigili e esponenti di maggioranza, ecco che il primo cittadino corallino, saldo sulla sua poltrona di Palazzo Baronale, aveva trovato il modo di tenere a galla l’immagine politica dell’opposizione. Via la vecchia guardia, dentro i nuovi alleati. L’apertura a destra e manca aveva portato i consensi, nuovamente posti, del Movimento per le Autonomie, capitanato da Rosario Rivieccio, e dell’Udc, con il benestare degli ex Margherita Alfonso Ascione e Insieme per la città, Vittorio Guarino. Tutto pronto per il Borriello II, quindi, e invece ancora una volta la mano della magistratura ci ha messo del suo. Proprio l’ultimo della lista dei futuri assessori, Vittorio Guarino, il politico più giovane dell’aula consiliare ed il volto nuovo del rimpasto di giunta, si vede recapitare l’accusa del pubblico ministero Diana De Martino, della procura della Repubblica di Roma, di associazione a delinquere finalizzata alla truffa. Ed è nuovamente buio il cielo che copre Palazzo Baronale. Su Guarino si apre ora un’inchiesta giudiziaria. Il consigliere dell’Udc avrebbe illegalmente rilasciato attestati di qualifica professionale di operatore socio sanitario con l’accredito della Regione Campania. Raggiunto dalla nostra redazione, Guarino ha declinato ogni tipo di commento, rimandando al prossimo lunedì, ed in presenza del suo avvocato, qualsiasi spiegazione sul caso. Non c’è dubbio, però, che al di là dell’affare strettamente personale, la vicenda del consigliere giovane sia una nuova mazzata per la politica torrese.

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©