Provincia / Benevento

Commenta Stampa

Spunta un altro uomo

Omicidio Maria, forse opera di più persone- Video


.

Omicidio Maria, forse opera di più persone- Video
24/06/2016, 13:18

NAPOLI- Si alleggerisce la posizione di Daniel Ciocan, il ventunenne accusato di aver violentato e ucciso la piccola Maria, la bambina di dieci anni trovata annegata in una piscina nel Beneventano. Maria era viva alle 21, 15 di domenica sera. Questa, per gli inquirenti, è una certezza. Sarebbe stata vista, infatti, proprio a quell’ora, da alcuni testimoni, nell’area delle giostrine adiacente al pub e al centro eventi dove è stato rinvenuto il corpo.

A favorire la versione di Ciocan, ci sarebbe non solo il fatto che il giovane, in quella fascia oraria, abbia un alibi confermato da più persone ma anche i riscontri sul Gps del suo cellulare, alcune riprese delle telecamere di videosorveglianza, oltre che le testimonianze di parenti e amici.

I carabinieri del comando provinciale starebbero vagliando anche la posizione di un'altra persona. L’uomo, nelle scorse settimane, sembra sia stato visto spesso in compagnia della bambina, ed è stato ascoltato anche dai carabinieri di Cerreto Sannita che, mercoledì, hanno riascoltato anche Daniel e, per più di tredici ore, i genitori della piccola.

Secondo quanto sostenuto dal legale dei genitori della piccola vittima, Givanni D’Occhio, per arrivvare ad una conclusione delle indagini, l’unica strada sarebbe accertare quanto accaduto tra le 20 e le 21 di domenica sera. Stando alla versione di Daniel, la bambina avrebbe bussato alla sua porta alle 19, 30 e lui l’avrebbe poi lasciata in piazza alle 20. Versione che non si accorda con quella dei genitori e dei molti testimoni, i quali riferiscono, invece, che Maria avrebbe lasciato la chiesa alle 19,30 e sarebbe poi tornata a casa per mangiare un panino prima di uscire di nuovo. A giudizio dell’avvocato l’omicidio potrebbe anche essere stato opera di più persone.

A determinare comunque il ruolo che Daniel assumerà nella vicenda saranno i risultati dei rilievi svolti nei giorni scorsi dal Ris.

 

 

Commenta Stampa
di Martina Sarchioto
Riproduzione riservata ©