Provincia / Caserta

Commenta Stampa

Bilancio dei militari dell’Arma della locale compagnia

Operazione Sicurezza, 8 arresti e 70 denunciati nel Matesino

Sequestrati armi, un cantiere edile ed un’azienda agricola

.

Operazione Sicurezza, 8 arresti e 70 denunciati nel Matesino
06/02/2013, 12:20

PIEDIMONTE MATESE – E’ di 8 arresti, 70 persone denunciate all’autorità giudiziaria e decine di sequestri, il bilancio dei carabinieri della compagnia di Piedimonte Matese, nel corso di operazioni che hanno avuto come unico obiettivo quello di garantire la sicurezza in tutti i comuni del matesino e dei territori limitrofi. Le attività portate avanti ininterrottamente giorno per giorno, dall’inizio del nuovo anno ad oggi, hanno visto un notevole impegno da parte dei militari delle locali stazioni e del nucleo operativo e radiomobile. Le 8 persone tratte in arresto si sono rese responsabili, a vario titolo, di reati che vanno dal furto in abitazione alla estorsione, dall’evasione ad altri reati di particolare allarme sociale. Le 70 persone denunciate, invece, dovranno rispondere tra l’altro di reati contro l’ambiente e la salute pubblica, come l’abusivismo edilizio o violazioni in materia di prevenzione degli infortuni sul lavoro e in materia di smaltimento illecito di rifiuti; di reati contro la sicurezza stradale, come la guida in stato di ebbrezza o sotto l’effetto di stupefacenti; dai reati contro la persona ed il patrimonio come i maltrattamenti in famiglia, minacce, lesioni personali, danneggiamento, rissa, falso e truffa, fino a quelli in materia di armi e droga. Nel corso delle varie operazioni sono finiti sotto sequestro cinque fucili di diverso calibro, decine di munizioni e altre tipologie di armi, numerosi veicoli, un cantiere edile e un’azienda agricola per motivi igienico sanitari. Inoltre sono una decina i pregiudicati nei cui confronti sono state emesse misure di prevenzione, mentre è di oltre cinquemila euro il valore complessivo della refurtiva recuperata e restituita ai legittimi proprietari.

Commenta Stampa
di Emilio di Cioccio
Riproduzione riservata ©