Provincia / Area Flegrea

Commenta Stampa

L'augurio del vescovo di Pozzuoli ai fedeli

Pascarella: "Occorre un sussulto di cittadinanza attiva"


Pascarella: 'Occorre un sussulto di cittadinanza attiva'
27/12/2010, 11:12

POZZUOLI (NA) - Il vescovo di Pozzuoli, monsignor Gennaro Pascarella, insieme ai sacerdoti e ai Consigli pastorali parrocchiali della città, ha scritto una “Lettera aperta” che è stata distribuita ai puteolani nel giorno di Natale, tramite tutte le comunità parrocchiali. Scopo di questa Lettera aperta alla città di Pozzuoli è sollecitare tutti i cittadini alla “passione per il bene comune” e a “vivere una partecipazione solidale”, per non lasciarsi “sopraffare dal pessimismo, dalla rassegnazione, dall’indifferenza, che ci portano a chiuderci nel nostro piccolo mondo”. Nella Lettera, considerando che nel prossimo anno Pozzuoli si avvia ad una nuova competizione elettorale per l’elezione del Sindaco e del Consiglio Comunale, viene espresso l’auspicio che ci sia un “confronto reale sui numerosi problemi della città” (struttura viaria e urbanistica, rilancio del turismo, attenzione alle periferie, promozione nuovi stili di vita e di consumo), sottolineando la necessità di “ostacolare senza mezzi termini la criminalità, l’illegalità e l’economia sommersa”. L’invito pressante viene formulato perché la città possa riappropriarsi della propria identità, anche con la riapertura al culto della “sua” Cattedrale sul Rione Terra. La Lettera si chiude invitando la città ad un “sussulto di cittadinanza attiva”, affinché ciascuno faccia la sua parte, perché non si può “rimanere indifferenti a qualsiasi posizione o proposta”, né cedere alla “tentazione di familismo o di clientelismo”.


Commenta Stampa
di Tiziana Casciaro
Riproduzione riservata ©