Provincia / Napoli

Commenta Stampa

L'ex rettore vicino alla presidenza del Consiglio Comunale

Pasquino: "Ho parlato con De Magistris, sono pronto"

Riflessioni all' Istituto per gli Studi Filosofici

.

Pasquino: 'Ho parlato con De Magistris, sono pronto'
02/06/2011, 14:06

NAPOLI – Si è tenuto un incontro-dibattito sul tema: elezioni amministrative 2011, spunti e riflessioni sul grande successo elettorale conseguito dal neo Sindaco di Napoli Luigi de Magistris. Il convegno tenutosi presso l’ Istituto per gli Studi Filosofici, è stato promosso dalle associazioni: “città dell’ uomo”, “La Retitudine” e “Rote Brucke”. Nell’ ambito dell’ incontro si è discusso della crisi dei Partiti, abbattutasi su Napoli e la Campania e di come questa fosse stata determinante per la vittoria di de Magistris, che meritatamente è diventato il Primo Cittadino del capoluogo Campano. Anche Raimondo Pasquino, Rettore dell’ Università di Salerno ed ex candidato a Sindaco di Napoli, che nel primo turno si poneva come avversario, di de magistris, nel ballottaggio lo ha affiancato nella corsa a Palazzo San Giacomo. Oggi si definisce soddisfatto dell’ esito elettorale, non solo ma lascia chiaramente intendere, di essere pronto ad accettare l’ incarico di Presidente del Consiglio Comunale, come ha affermato egli stesso ai microfoni di Julie news: “ de Magistris ha dichiarato ai media questa sua volontà di volere me come Presidente de Consiglio Comunale, bene io sono pronto aspetto solo che avvenga l’ ufficializzazione di tutto questo”, poi continua, “Sono stato poco fa personalmente da de Magistris per porgli i miei auguri e complimentarmi per la splendida vittoria, ed ho anche comunicato la mia completa disposizione nei suoi confronti e dei suoi programmi futuri ”. Paragona alle elezioni Amministrative del 1993 questo momento Politico, Francesco De Notaris ex Senatore e coordinatore regionale de “La Rete”; chiaramente i personaggi sono diametralmente opposti: parliamo dell’ elezione di Bassolino e di quella recentissima di de Magistris, ed a tal proposito dichiara:” Il 93 segnò la fine storica dei Partiti, poi apparve Bassolino come espressione del partito di Sinistra di allora e come portatore di speranza. Io ero coordinatore de La Rete e facemmo in modo che questa da speranza diventasse sostanza. Ma purtroppo seguirono periodi di alti e bassi, e fortunosamente i bassi superavano fortemente gli alti e di questo i Napoletani se ne accorsero, con le conseguenze che noi tutti oggi ben sappiamo.” Altra riflessione e commento favorevole al Neo sindaco di Napoli giunge da Raffaele Porta docente di Agraria presso la Federico II ed ex assessore, che dice:” questa è una grande opportunità per la città di Napoli, per cambiare rotta e chiudere un ciclo Politico che viene consegnato alla storia. Si apre una fase nuova che in molti paragonano al 93 che portò Bassolino al Comune di Napoli, ma che oggi vede più complessa e grande la responsabilità che de Magistris si è assunto, perché non vi sono più i partiti completamente allo sbando totale.” poi conclude:” Bisogna individuare obiettivi possibili senza far sognare i Napoletani, che sono un popolo di generosi. Sono molto arrabbiati ma allo stesso tempo generosi nella loro tolleranza, e sapranno distinguere i successi che si riusciranno ad ottenere… anche le cose più banali come il ripristino delle buche nelle strade”. In conclusione c’è da dire che Luigi de Magistris è il Sindaco che incarna i sogni e i desideri, non solo dei suoi elettori ma di tutto il popolo Napoletano.

Commenta Stampa
di Antonio Sarracino
Riproduzione riservata ©