Provincia / Caserta

Commenta Stampa

Prevista per il 2013 la delocalizzazione degli uffici

Patrimonio, il Comune punta su tagli e alienazioni

Spirito: 'L'obiettivo è risparmiare quasi 300mila euro'

.

Patrimonio, il Comune punta su tagli e alienazioni
11/10/2012, 13:06

CASERTA - Tagli alle spese e abbattimento dei fitti passivi sono alcune delle azioni messe in campo dal settore Patrimonio del Comune di Caserta alla luce del dissesto e soprattutto della spending review. L’obiettivo dichiarato è quello di risparmiare circa 280mila euro . Ammonta invece a quattro milioni di euro l’incasso ricavato dalla vendita all’asta dei beni comunali. ‘Abbiamo avviato un'azione radicale di riordino del settore Patrimonio – ha dichiarato il sindaco Pio Del Gaudio, a margine della conferenza stampa con l’assessore alle finanze, Nello Spirito, e il dirigente del settore Patrimonio, Enzo Cioffi -  si tratta di un’attività a largo raggio che interviene su tutti gli ambiti di competenza. Abbiamo acquisito beni che la stessa tradizione cittadina dava già per comunali e invece non lo erano completamente, come tutti quelli relativi al Complesso di Sant'Agostino, ridefinito la materia dei fitti attivi e passivi, ceduto immobili già in capo all'Ente, tagliato i costi degli uffici periferici, retrocesso terreni e suoli, accatastato beni come i locali del tribunale, ridefinito - con notevoli guadagni anche rispetto agli importi Iva - le utenze energetiche e telefoniche del Comune, promosso e realizzato la trasformazione del diritto di superficie degli alloggi di edilizia popolare in diritto di proprietà, affidato aree verdi e impianti sportivi ad associazioni con il conseguente notevole risparmio sui costi di gestione e manutenzione. Un'attività ampia, promossa con lo scopo del rilancio della Città e per assolvere all'urgente esigenza di adeguare il funzionamento di tutti i settori della macchina comunale alla manovra per uscire quanto prima dal dissesto. Un'attività mai svolta in passato e che assolve a molte deficienze del passato, con lo sguardo fiducioso al futuro’.E dopo il trasferimento del settore Anagrafe, il Comune si prepara a delocalizzare anche il comando dei vigili urbani, gli uffici giudiziari e soprattutto il settore Ambiente.

Commenta Stampa
di Daniela Volpecina
Riproduzione riservata ©