Provincia / Salerno

Commenta Stampa

PD Pagani: “Scuola dell’obbligo … alla frequenza ?....oppure a pagare?”


PD Pagani: “Scuola dell’obbligo … alla frequenza ?....oppure a pagare?”
14/10/2011, 10:10

“Di nuovo come ogni anno arrivano voci di richieste di denaro da parte delle scuole, per la cosiddetta assicurazione infortuni,per le scuole dell’ obbligo . Ora rivendicando come partito democratico che grazie alla nostra denuncia, un netto miglioramento rispetto all’anno scorso,circa la richiesta di contributi mai ben specificati nella loro obbligatorietà(devono essere solo volontari e documentati da ricevuta di versamento), e per l’acquisto di materiale didattico che veniva illegittimamente richiesta ai genitori; visto che entrambi i casi non si sono ripresentati quest’anno. Oggi bisogna informare i genitori che per quel che concerne l’assicurazione ,la scuola attraverso gli insegnanti, chiedi ai genitori “obbligatoriamente” e con vessazioni del tipo: “i bimbi non possono venire a scuola ,oppure per i più grandi l’impossibilità di fare attività didattica all’esterno e quanto altro”. Ebbene io chiedo ai dirigenti scolastici di fare chiarezza,e trasparenza su questo pagamento a mio avviso non dovuto nella scuola dell’obbligo. Punto uno è fatto divieto in una PA dare soldi pro manibus senza riscontro di ricevuta con relativa causale,sia essa diretta o fatta da raccolte dei rappresentanti. Punto due nella scuola dell’obbligo è prevista per legge in bilancio la cifra per l’assicurazione ,e questa forma di tassazione in nero va a discapito delle famiglie che nel nostro territorio già soffrono la crisi economica contingente,piuttosto che tassare, i dirigenti responsabili si occupino di reperire le cifre obbligatoriamente previste in bilancio. Punto tre Stabilire da parte dei direttori didattici (presidi)con documentazione e trasparenza i criteri di tassazione, visto che alla rodari viene chiesto 5 euro a bambino,alla criscuolo 15 euro,(e rendere pubblici costi e dati della raccolta,visto che non c’e’ uno straccio di documento probatorio). Invitiamo i genitori a farsi promotori di queste istanze,presso i maestri,percettori dell’ingiusto e non dovuto tributo,cosi raddrizzeremo anche questo malcostume della mazzetta sostitutiva del servizio pubblico(assicurazione),come è stato fatto per le richieste di acquisto di materiale,per gli anni passati,solo cosi tutti insieme tutelando i nostri diritti daremo un piccolo contributo al miglioramento del sistema.”Così in una lettera indirizzata al Provveditore agli studi di Salerno il segretario PD del comune di Pagani, Antonio Della Corte.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©