Provincia / Caserta

Commenta Stampa

A darle il benvenuto lo stato maggiore del partito

Pdl, tour di Alessandra Mussolini nell’Alto Casertano

Bordate al 'traditore' Fini: “Ha svenduto la Destra”

.

Pdl, tour di Alessandra Mussolini nell’Alto Casertano
12/02/2013, 09:55

PIEDIMONTE MATESE - Bagno di folla per Alessandra Mussolini che ha fatto tappa nella sala consiliare del Comune di Piedimonte Matese per intervenire ad una manifestazione promossa dal Popolo della Libertà. Candidata al Senato nella circoscrizione della Campania, la Mussolini è stata accolta dallo stato maggiore del partito di Berlusconi: dal senatore Carlo Sarro, già sindaco di Piedimonte Matese, all’onorevole Angelo Polverino, vicario del Pdl in provincia di Caserta, dall’onorevole Enzo D’Anna al sindaco di Alvignano Angelo di Costanzo, dal consigliere comunale di Piedimonte Matese Daniele Ferrucci al portavoce del movimento giovanile Luigi Rega. Da sottolineare che l’arrivo della Mussolini nel centro dell’Alto Casertano ha animato, per diversi giorni, la scena politica locale con una fitta guerra di comunicati stampa e dichiarazioni al vetriolo tra gli esponenti di Rifondazione Comunista da un lato, che avevano invitato anche il sindaco Vincenzo Cappello a non concedere la sala consiliare per la presenza della nipote del Duce che promulgò le  leggi razziali anche in Italia, e del PdL locale dall’altro che replicavano che il Duce, oramai, apparteneva alla storia. Polemiche a parte, l’onorevole Mussolini ha rimarcato gli sforzi compiuti dal governo Berlusconi e le innumerevoli  riforme attuate. Non sono mancate, com’è nel suo stile, frecciatine polemiche nei confronti del Governo Monti, che non ha mantenuto le promesse fatte tartassando gli italiani con l’introduzione di nuove tasse, ed ha definito “traditore” il presidente della Camera, l’onorevole Gianfranco Fini, che ha tradito la propria ideologia politica e svenduto la Destra in Italia per il solo gusto del potere.

Commenta Stampa
di Emilio di Cioccio
Riproduzione riservata ©

Correlati