Provincia / Napoli

Commenta Stampa

Pentangelo, Provincia vivrà ancora e non sarà abolita


Pentangelo, Provincia vivrà ancora e non sarà abolita
26/09/2013, 16:20

NAPOLI - “Tutto ciò che si era immaginato, Città metropolitana in testa, diventerà pura teoria. La Provincia vivrà ancora e non sarà abolita. E’ questo lo scenario più probabile vista l’attuale situazione politica nel Paese. Tutto ciò non lo considero un male, visto lo studio elaborato l’UPI, dove in merito al ddl di riforma degli enti locali predisposto dal Governo, si ipotizza un aumento della spesa pubblica nell’ordine dei 2 miliardi.
In caso quindi di nuove elezioni politiche, a Napoli in primavera si andrà anche a nuove elezioni amministrative provinciali, ed in quest’ottica bisogna stare attenti a non commettere errori imperdonabili in inutili, antieconomici e dannosi trasferimenti di funzioni ad altri enti”.
Lo ha detto oggi il presidente della Provincia di Napoli, Antonio Pentangelo che ha così proseguito:
“Oggi – ha aggiunto Pentangelo - il presidente dell’UPI, Antonio Saitta, ha presentato uno studio dove si dimostra che la spesa pubblica lieviterebbe di 640 milioni per il passaggio della gestione dell’edilizia scolastica ai Comuni e di 1,4 miliardi per il trasferimento delle funzioni dalle Province alle Regioni. La tristezza è che tutto probabilmente andrà a crollare non per una sana presa di coscienza di buona parte della Politica, che fino ad oggi ha cavalcato false campagne mediatiche, ma piuttosto per una crisi profonda del sistema democratico”.
“In ogni caso  - ha detto ancora Pentangelo - se dovesse nascere la Città Metropolitana, sarebbe delittuoso non riconoscerle il ruolo di ente primario, con i vertici eletti a suffragio popolare, e con funzioni di coordinamento dei servizi assolutamente supportate da risorse certe e chiare. Quello che sta avvenendo a Napoli per quanto riguarda ambiente, scuola e trasporti, dimostra con evidenza disarmante come la futura Città metropolitana non può essere concepita quale ente di secondo livello, depauperato nelle funzioni rispetto alle attuali Province”.
“In gioco – ha concluso il presidente Pentangelo – c’è proprio quel ruolo di ammodernamento e di sviluppo che si vuole attribuire alle aree metropolitane per il rilancio del sistema Italia”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©