Provincia / Caserta

Commenta Stampa

All’indomani dell’assise straordinaria sul tema dei rifiuti

Percolato a ridosso dello Stir, inviati ispettori-video

Di Muro informa Asl e Arpac: “Presto ne sapremo di più”

.

Percolato a ridosso dello Stir, inviati ispettori-video
17/10/2013, 10:38

SANTA MARIA CAPUA VETERE – Presenza di percolato a ridosso dello Stir di Santa Maria Capua Vetere, è stato fissato per lunedì mattina, alle ore 9, il sopralluogo chiesto al Consorzio di bacino dal sindaco Biagio Di Muro e dal presidente del consiglio comunale Dario Mattucci; il sopralluogo dei tecnici arriva all’indomani della denuncia fatta durante i lavori del consiglio comunale straordinario che si è tenuto sabato scorso al teatro Garibaldi. L’amministrazione comunale ha, infatti, tempestivamente sollecitato un’ispezione e il Consorzio di bacino, dal canto suo, ha manifestato ampia disponibilità; della vicenda il primo cittadino ha personalmente informato anche l’Arpac e l’Asl. L’Arpac, in particolare, ha informalmente comunicato al primo cittadino di aver effettuato dei controlli nell’area e di aver riscontrato diverse criticità. Il rapporto delle verifiche sarà oggetto di una dettagliata relazione che sarà trasmessa alle competenti autorità. “Gli impegni presi in consiglio comunale – ha dichiarato il sindaco Di Muro – saranno portati a termine con ferma determinazione. Abbiamo già detto che sul tema della tutela dell’ambiente e della salute pubblica non facciamo sconti a nessuno: la cittadinanza è allarmata e noi daremo voce alle preoccupazioni di tutti i sammaritani”. Se ci sono altre autorità e altre istituzioni che peccheranno di inerzia e di irresponsabilità, Di Muro fa sapere che non si farà problemi a presentare una denuncia alla Procura. “Il nostro territorio è stato oggetto, negli ultimi decenni, di scempi inauditi. Oggi addirittura, senza controlli approfonditi e senza ulteriori garanzie, - conclude Di Muro - ci vengono chiesti altri sacrifici con il progetto di un digestore anaerobico. Santa Maria Capua Vetere ha già dato”.

Commenta Stampa
di Emilio di Cioccio
Riproduzione riservata ©