Provincia / Napoli

Commenta Stampa

Pollena Trocchia: mitigazione rischio idrogeologico

Nascita del polo di piccole e medie imprese

Pollena Trocchia: mitigazione rischio idrogeologico
01/08/2013, 12:25

POLLENA TROCCHIA - Accanto agli obiettivi a medio-lungo termine, l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Francesco Pinto riconfermata nel maggio scorso alla guida del paese, ha indicato in campagna elettorale alcuni degli obiettivi prioritari rispetto ai quali la squadra di governo si è immediatamente messa al lavoro all’indomani dell’insediamento.
 
MITIGAZIONE DEL RISCHIO IDROGEOLOGICO NELL’AREA DEL CARCAVONE.  E’ in corso lo svolgimento della gara che con tutta probabilità porterà a settembre all’avvio dei lavori. “Attraverso questo intervento - spiega l’assessore ai Lavori Pubblici, Salvatore Auriemma - si procederà alla messa in sicurezza e alla riqualificazione del tratto dell’alveo Pollena a monte di piazza Amodio”.  “Si tratta di un progetto fondamentale per scongiurare eventuali smottamenti in caso di fenomeni atmosferici importanti, ma anche in vista della valorizzazione del sito geologico dei Conetti Vulcanici che appunto si trova a sud di tale area”, aggiunge il sindaco Pinto.
 
PIANIFICAZIONE URBANISTICA NELL’EX AREA PIP. Lo scorso 15 maggio il progetto definitivo del Pua nell’ex area Pip che prevede la nascita di un polo di piccole e medie imprese è stato messo agli atti dell’Ente per cui si sta procedendo agli adempimenti successivi. Il progetto è stato trasmesso al Genio Civile e dell’Asl per i pareri di competenza; subito dopo il documento verrà adottato in giunta e trasmesso in Provincia prima dell’approvazione definitiva in giunta. “Siamo speditamente al lavoro perché entro la fine dell’anno si possa completare la procedura amministrativa preordinata alla pubblicazione del bando per l’assegnazione delle aree”, comunica l’assessore all’Urbanistica e alle Attività produttive, Pasquale Busiello. “Il polo rappresenta l’unico strumento di ricchezza per il territorio e un mezzo concreto per rispondere alle esigenze occupazionali dei nostri giovani”, conclude invece il sindaco Pinto. 
 
AMPLIAMENTO CIMITERO COMUNALE. Il 23 aprile scorso è stato approvato il progetto definitivo sia per la variante al Piano regolatore che per la reitera del vincolo preordinato all’esproprio. Il progetto è stato pubblicato sul Burc affinché – entro i trenta giorni dalla pubblicazione – i soggetti interessati possano comunicare eventuali osservazioni; successivamente sarà trasmesso in Provincia e quindi in Consiglio comunale per la dichiarazione di pubblica utilità. A settembre i cittadini che hanno preso parte al bando per l’assegnazione di loculi, ossarietti e cappelle gentilizie verranno convocati per essere informati nel dettaglio. “Entro la fine dell’anno contiamo di completare l’iter e quindi di avviare i lavori con l’inizio del 2014 – dichiara il sindaco Francesco Pinto – L’ampliamento del cimitero costituisce per noi una priorità assoluta dal momento che tocca gli affetti di una intera comunità e che si tratta di un’opera che il territorio attende da oltre due decenni”. 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©