Provincia / Pomigliano d'Arco

Commenta Stampa

Pomigliano d'Arco, al fianco degli avvocati per evitare trasferimento uffici giudice di pace


Pomigliano d'Arco, al fianco degli avvocati per evitare trasferimento uffici giudice di pace
08/02/2012, 16:02

Questa mattina una delegazione dell’Associazione U.A.M.P.A. ( Unione Avvocati Mandamento di Pomigliano d’Arco) ha incontrato, in municipio, il sindaco della città, Lello Russo per discutere delle possibilità di mantenere l’Ufficio del Giudice di Pace sul territorio comunale. L’annunciata soppressione dell’Ufficio e il relativo accorpamento alla sede di Sant’Anastasia si deve alla revisione delle circoscrizioni giudiziarie, decisione presa dal Governo centrale e motivata quale «taglio» alle spese. L’Unione Avvocati del Mandamento di Pomigliano (mandamento che comprende anche i Comuni di Castello di Cisterna e Casalnuovo di Napoli) ha dunque deciso di attivarsi, scrivendo ai sindaci, al fine di salvare la sede pomiglianese sita nell’ex Pretura, in via Miccoli. Nell’incontro di stamane si è delineato un programma di azione. «Abbiamo concordato con il sindaco Russo di fissare un incontro con i primi cittadini di Casalnuovo e Castello di Cisterna – dicono i dirigenti U.A.M.P.A. – riunione che dovrà essere propedeutica ad una conferenza di servizi che possa poi stabilire i costi di gestione e conservare l’Ufficio sul nostro territorio. Una necessità che non solo non contribuirebbe al risparmio ma comporterebbe, oltre ai disagi, un sovraccarico dei costi».

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©