Provincia / Pomigliano d'Arco

Commenta Stampa

Pomigliano d'Arco: "I Commercianti lanciano una petizione contro la "Rotonda del Ponte"


Pomigliano d'Arco: 'I Commercianti lanciano una petizione contro la 'Rotonda del Ponte'
25/06/2012, 11:06

Non si è fatta attendere la reazione dei titolari di esercizi commerciali, alla presa di coscienza che la rotatoria appena costruita in zona "Ponte" non fa altro che peggiorare ulteriormente il flusso del traffico veicolare. La rotatoria ultimata da pochi giorni è già al centro delle polemiche per i disservizi che sta provocando alla viabilità a causa della sua forma anomala.
L'Associazione C.A.I.P. (Commercianti indipendenti di Pomigliano), sigla indipendente che unisce la maggioranza dei titolari di esercizi commerciali dal 2005, ha presentato una petizione, sottoscritta da tutti i commercianti della zona compresa tra Via Roma, Via Napoli, Via Principe di Piemonte e Via San Pietro, per chiedere l'immediata modifica della rotatoria già costata centinaia di migliaia di euro.
Il Presidente Ciro Esposito dichiara "i commercianti stanno già attraversando un pessimo periodo per le loro attività a causa della particolare congiuntura economica, che si infierisca provocando ulteriori disservizi ci sembra assurdo. Nelle ore di punta a causa di quella rotatoria dalla forma anomala, si creano anche 5 km di coda, aumentando il livello di polveri sottili nell'aria e soprattutto impedendo ai clienti di raggiungere agevolmente gli esercizi commerciali. Pensavamo che quella rotatoria potesse risolvere la già difficile condizione del traffico veicolare in quella zona, invece non ha fatto altro che peggiorarla".
La Caip per bocca del suo presidente fa sapere che domani martedì 26 giugno 2012 la petizione (in allegato) sarà protocollata all'indirizzo del Sindaco, del capo dell'ufficio tecnico, dell'assessore alle opere pubbliche e al comandante della polizia locale.
"La situazione è insostenibile, quella rotonda non è a norma e a noi stanno finendo di ammazzarci" dichiarano esasperati alcuni commercianti della zona".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©