Provincia / Pomigliano d'Arco

Commenta Stampa

Pomigliano Infanzia: nuovi interventi strutturali in estate


Pomigliano Infanzia: nuovi interventi strutturali in estate
30/06/2012, 13:06

Pomigliano Infanzia: nuovi interventi strutturali in estate. Diciotto palloncini colorati volano per salutare i piccoli alunni della sezione «delfini».

Nuovi interventi strutturali previsti per luglio e agosto nelle scuole della Fondazione Pomigliano Infanzia. Ad annunciarlo è l’assessore alle Partecipate e Fondazioni, Raffaele Esposito che assicura: «Ci saranno molte novità anche dal punto di vista formativo». Un nuovo impianto di riscaldamento per la scuola «Italo Calvino» dove saranno ritinteggiate anche tutte le aule, il rifacimento ex novo dei servizi igienici e la realizzazione di un’area ludica alla «Duchessa d’Aosta» dove sono terminati di recente i lavori di riqualificazione del Giardino dei Miti che ora può essere visitato tutti i giorni feriali. «Alla Duchessa D’Aosta ci saranno altre novità – dice Esposito – innanzitutto l’orario di permanenza scolastica sarà prorogato fino alle 17, il coordinamento della scuola sarà affidato a Cinzia Sodano, ci saranno nuovi progetti formativi, laboratori teatrali, corsi di attività motoria, di riciclo dei rifiuti, di sicurezza e di legalità». Inoltre, per tutte le scuole della fondazione saranno pianificate feste di fine progetto che culmineranno in una sola grande celebrazione di fine anno organizzata con il patrocinio dell’amministrazione comunale: «Dream’s Day», la seconda edizione dell’evento tenutosi al Parco delle Acque di recente trasformando la struttura, per la gioia dei bambini, in una sorta di paese dei balocchi. Un successo che, dunque, l’amministrazione del sindaco Lello Russo ha tutte le intenzioni di riproporre e far divenire tradizione. Ma un altro evento si è tenuto pochi giorni fa alla «Duchessa D’Aosta»: i diciotto bambini della sezione «Delfini» hanno salutato, lasciando volare nel cielo di Pomigliano d’Arco diciotto palloncini colorati, la scuola dell’infanzia che li ha accolti. Ora anche loro «voleranno» verso una nuova avventura, la scuola primaria. Le insegnanti Carmela Candice, Patrizia Russo Spena, Maria Grasso, Enrica Sorrenti, Cira Testa si sono ritrovate con i bambini e i genitori per un commovente saluto ma all’insegna della festa e della speranza per il futuro, con fiori e delizie di cioccolato. Con loro, l’assessore Raffaele Esposito e il presidente della fondazione, Saverio Campana. «Non è stata solo una festa – dice l’assessore Esposito – ma un’occasione per verificare ed apprezzare il percorso didattico dei bambini che, attraverso laboratori formativi, progetti di gruppo, utilizzo di diversi linguaggi in un percorso elaborato da Maria Grasso di concerto con il direttore della fondazione Pasquale De Cicco. Canti, poesie e filastrocche, anche in inglese e poi il momento più simbolico e commovente che prende a prestito un’usanza dei laureandi o dei diplomati cui gli italiani non sono avvezzi: il congedo con il lancio della toga e la consegna dei diplomi sui quali si cita Oscar Wilde, «La memoria è il diario che ciascuno di noi porta con sé».

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©