Provincia / Napoli

Commenta Stampa

Pompei: Operazione “Città Sicura”: Il Sindaco scrive al Questore di Napoli Santi Giuffrè


Pompei: Operazione “Città Sicura”: Il Sindaco scrive al Questore di Napoli Santi Giuffrè
25/08/2010, 15:08

L'ennesimo scippo a Pompei, commesso ai danni di una quindicenne residente a Torino, ha spinto il Sindaco Claudio D'Alessio a chiedere alle forze dell'ordine più uomini e mezzi a controllo del territorio. “E' da diverse settimane che ricevo dai cittadini, in modo particolare dalla zona del Parco Maria e di via Sant'Abbondio, lamentele in merito all'aumento dei fenomeni delittuosi catalogati come scippi”, ha scritto il primo cittadino.
“L'ultimo, in ordine di tempo, si è verificato il giorno 23 Agosto in via Antonio Morese (già Cavalcavia del Sarno) ai danni di una quindicenne torinese.
La giovane, di origini pompeiane, è stata aggredita e derubata della borsetta.
Alla luce di tali accadimenti ho scritto al Questore Santi Giuffrè e al Tenente Colonnello Andrea Paris per chiedere, laddove sia possibile, un potenziamento di uomini e mezzi al controllo del territorio”.
La sicurezza del territorio è uno dei punti cardini del Governo D'Alessio. La richiesta inoltrata al Questore di Napoli e al Comandante del Comando Gruppo di Torre Annunziata verte in tale direzione.
Il Sindaco Claudio D'Alessio, inoltre, ha scritto al comandante della Polizia Municipale per sollecitarlo a monitorare il sistema di videosorveglianza di cui Pompei è dotato.
“E' da più di due anni che la città è monitorata giorno e notte da circa 24 telecamere. La sala regia istituita presso il presidio della Polizia Municipale di Piazza Schettini, però,non è gestita a dovere. Ho sollecitato il Comandante a provvedere, in modo tale che, dal primo settembre, tutto il territorio sia supervisionato ventiquattrore su ventiquattro”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©