Provincia / Portici

Commenta Stampa

Rubati gli infissi, la rabbia dei titolari del ristorante

Portici: "Ciro a Mare", due raid in pochi giorni


.

Portici: 'Ciro a Mare', due raid in pochi giorni
16/12/2009, 11:12


PORTICI - Ancora un atto vandalico ai danni dello storico ristorante “Ciro a Mare” a Portici. Il fatto è accaduto martedì notte quando ignoti si sono introdotti nel locale e hanno portato via gli infissi. Non trova pace il noto ristorante del Granatello diventato un simbolo della lotta al racket e che oggi è ridotto ad un rudere ad un anno dall’incendio di matrice camorristica che spinse i proprietari a chiudere il locale con tanto di striscione “Chiuso per camorra”. Dopo la chiusura a gennaio, un'escalation di atti vandalici che non lascia ben sperare. Due raid in soli pochi giorni. Cresce la rabbia e l'amarezza. La settimana scorsa i titolari avevano dato l’allarme e ieri sono tornati al commissariato di Portici per sporgere denuncia. L’altra notte i balordi hanno rubato le finestre in alluminio, nei mesi scorsi erano già sparite vetrate, suppelletili e arredi. Una vera e propria razzia. Il rogo di gennaio e gli atti vandalici che sono seguiti hanno arrecato grossi danni alla struttura. Una situazione che amareggia i titolari del ristorante che dopo l’attentato a scopo estorsivo volevano lasciare Portici e poi hanno deciso di restare e di riaprire. I proprietari non riescono a spiegarsi le ragioni di tanto accanimento nei loro confronti. Avvertimenti, denunce ed arresti: i titolari di Ciro a Mare che vanta alle spalle ben 50anni di attività non si sono arresi. Proseguono a 360 gradi le indagini della Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli, i pm continuano a battere la pista che riconduce alla criminalità organizzata. Quanto all’ultimo raid vandalico, le forze dell’ordine ritengono che questa volta ad agire siano stati comuni ladri e che non ci sia un nesso con le vicende che in passato hanno colpito lo storico ristorante sulla spiaggia delle Mortelle. Intanto a breve è previsto un incontro tra la società che gestisce il ristorante, il prefetto di Napoli Alessandro Pansa, il sindaco di Portici Vincenzo Cuomo e i tecnici della Sovrintendenza per far fronte ai problemi legati alla ristrutturazione del ristorante per consentirne in tempi brevi la riapertura.

Commenta Stampa
di Antonella Losapio
Riproduzione riservata ©