Provincia / Portici

Commenta Stampa

La manifestazione prevista il prossimo 27 marzo

Portici, la città scende in piazza contro la camorra


.

Portici, la città scende in piazza contro la camorra
17/03/2010, 17:03

PORTICI – La città scende in piazza contro la camorra. Si terrà, infatti, sabato 27 marzo, una manifestazione per le strade cittadine per dire no alla criminalità organizzata.
Dopo gli ultimi due attentati incendiari ai danni di due negozi del centro, i cittadini di Portici hanno deciso di dare un segnale forte. E la risposta al racket arriva in primo luogo dal Forum dei giovani, promotore del corteo anticamorra. Ma sarà tutta la città a scendere in strada, commercianti, associazioni e società civile, per tentare di arginare un fenomeno che nell’ultimo periodo ha assunto sempre più i contorni di una vera e propria emergenza.
Nella giornata di ieri, i giovani del Forum hanno tenuto un incontro a villa Savonarola per discutere tempi e modalità dell’evento. In un primo momento la mobilitazione era stata fissata per domenica prossima per farla coincidere con le celebrazioni della giornata in ricordo delle vittime delle mafie. Per ragioni di ordine pubblico, poiché proprio il 21 marzo è in programma anche il mercato biologico, la marcia è slittata di una settimana. Oltre ai giovani del Forum, impegnati nell’organizzazione della manifestazione anche i ragazzi di Radio Siani, l’emittente radiofonica anticamorra ospitata in un locale sequestrato al clan Birra, Sergio Vigilante, presidente dell’associazione antiracket di Portici e numerosi esponenti di associazioni del territorio vesuviano.
Nelle prossime ore, saranno chieste tutte le autorizzazioni necessarie e individuato il percorso che il corteo dovrà seguire. Gli organizzatori proporranno di sfilare nelle zone più calde della città, le roccaforti dei clan, dove si concentrano maggiormente le attività della criminalità organizzata locale. Inoltre saranno coinvolte anche scuole, parrocchie e comitati di quartiere.
Intanto questa mattina le forze dell’ordine sono state impegnate in un imponente blitz. I carabinieri hanno effettuato una serie di controlli a tappeto e perquisizioni in diverse abitazioni della zona mercatale, di piazza San Ciro e delle strade limitrofe. 

Commenta Stampa
di Elisa Scarfogliero
Riproduzione riservata ©