Provincia / Area Flegrea

Commenta Stampa

Pozzuoli, aumento di raid vandalici al Rione Terra


Pozzuoli, aumento di raid vandalici al Rione Terra
29/07/2012, 20:06

Aumento di episodi di raid vandalici notturni al Rione Terra, l'acropoli di Pozzuoli in cui da alcuni anni sono in corso i lavori di ristrutturazione e risanamento del patrimonio edilizio minato dal bradisismo fino agli inizi degli anni novanta. Nonostante la presenza sulle 24 ore da gennaio scorso della vigilanza privata, sconosciuti, per lo più bande di ragazzini,  riescono ad intrufolarsi tra le stradine e nel cantiere dell'antico borgo per mettere a segno qualche colpo. Nelle scorse settimane i soliti ignoti portarono via serramenti e materiali di cantiere e misero fuori uso le videocamere di sorveglianza e gli infissi di alcuni edifici, non riuscendo a completare l'opera di devastazione solo grazie all'allarme lanciato alla security e al successivo intervento dei carabinieri. Questa volta sono state le nuove telecamere della videosorveglianza a scoprire nottetemp i teppisti nei vicoli del borgo che hanno determinato l'intervento dei carabinieri. Dai primi riscontri non sarebbero stati commessi atti di vandalismo. Negli edifici della parte nord, lato Portanova, sono stati scoperti materassi, brande e cucinini, evidente segno dell'insediamento di barboni. Questa è l'area interessata dall'ultimo lotto di lavori, per i quali già c'è il finanziamento della Comunità Europea, ma non è stato ancora stanziato dalla Regione Campania. E' la zona centro storico lato mare, la più esposta ai raid notturni per la difficoltà di effettuare controlli. Solo grazie alla videosorveglianza installata proprio dopo gli ultimi assalti vandalici si è potuto intervenire tempestivamente ed evitare danni maggiori. Al Rione Terra i lavori di ultimazione del lotto riguardante la cattedrale-tempio di Augusto sono ripresi proprio qualche settimana fa dopo una interruzione di sei mesi. In questo lotto c'è da realizzare la canonica, il museo diocesano e le strade di accesso alla cattedrale, peraltro già completata da due anni, ma non accessibile al pubblico.

Commenta Stampa
di Fabio Iacolare
Riproduzione riservata ©