Provincia / Area Flegrea

Commenta Stampa

Pozzuoli, cominciata la bonifica della scogliera sul lungomare di Via Napoli


Pozzuoli, cominciata la bonifica della scogliera sul lungomare di Via Napoli
25/07/2012, 13:54

Tonnellate di bottiglie, plastica, carcasse di animali morti, lamiere arrugginite. Sono i rifiuti speciali trovati dalla squadra del Servizio Igiene urbana nella zona della scogliera e del lungomare ai piedi del Rione Terra, all'inizio di via Napoli, nel corso del primo intervento di bonifica e pulizia straordinaria della scogliera e del lungomare fino a Bagnoli e, in un secondo intervento, nella zona di Arco Felice-Lucrino e Licola disposto dall'amministrazione comunale di Pozzuoli. L'intervento di bonifica è stato pianificato e seguito direttamente sul posto dall'assessore all'Ambiente, Franco Cammino (in allegato le immagini).
«Dopo il primo intervento di pulizia del piazzale antistante la struttura diroccata di Vicienzo a Mare, abbiamo avviato la seconda fase con la pulizia straordinaria delle scogliere e dei tratti pubblici di arenili - spiega l'assessore Cammino - Abbiamo trovato rifiuti speciali e anche pericolosi per la pubblica incolumità, tra i quali lamiere di ferro arrugginite, che avrebbero potuto costituire un pericolo soprattutto per i ragazzi che spesso si recano nella zona. Il programma di bonifica ambientale proseguirà nei prossimi giorni lungo la costa tra Pozzuoli e Bagnoli, per poi estendersi a Arco Felice-Lucrino e Licola».
L'intervento di bonifica di questa mattina era stato anticipato dal sindaco Vincenzo Figliolia. «Da due mesi ormai le squadre di Igiene urbana e del Settore Giardini lavorano sodo per ripulire aiuole, bonificare scogliere e pulire le spiagge pubbliche - sottolinea Figliolia - Interventi fondamentali per rendere più pulita e più accogliente la nostra città, ma anche per meglio tutelare quegli spazi urbani che sono il nostro bene comune. A Monterusciello, invece, d'intesa con l'Asl stiamo lavorando alla pulizia dei canali e delle caditoie sia per questioni di igiene con le disinfestazioni che per ragioni di sicurezza, in modo da liberare tombini e canali dalle ostruzioni di piante e rifiuti, che possono essere pericolose in caso di piggia abbondante provocando allagamenti».
 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©