Provincia / Area Flegrea

Commenta Stampa

Pozzuoli, Festival dell'Architettura: dibattito con la città


Pozzuoli, Festival dell'Architettura: dibattito con la città
11/10/2011, 17:10

Queste le dichiarazioni: Dichiarazioni:

Giustino Parisi – Assessore all’Urbanistica del Comune di Pozzuoli
“Il Comune deve avere sempre di più il coordinamento degli strumenti urbanistici del territorio. Questo ruolo centrale la Città lo ha già svolto seguendo la ricostruzione e la ristrutturazione degli edifici di via Napoli e del centro storico. È necessario creare un Ufficio di Piano che possa aiutare imprenditori e cittadinanza ad affrontare i problemi di progettazione. Allo stesso modo bisogna procedere nel risolvere i problemi di riqualificazione dei grandi quartieri popolari e affrontare definitivamente la chiusura del condono edilizio. Insieme alla Regione Campania dovremmo scegliere l’iter attuando il Piano Casa regionale.”.

Guido Riano – Federico II
“Dobbiamo difendere il territorio ed evitare altri scempi. Il progetto del Waterfront affronta in maniera dinamica e non statica l’identità della Città. Nel 2007 è stato firmato il protocollo d’intesa tra Comune e Waterfront Spa con cui viene costituito un gruppo interdisciplinare che ha redatto il Masterplan. Dei 42  progetti il PUA del progetto dell’ex Sofer è tra i più importanti. Verranno ridotte del 30% le volumetrie esistenti e verranno lasciate alcune opere di testimonianza. Previsto anche un museo e un centro di studio dell’archeologia subacquea, una scuola di vela e un parco, ora siamo passati nella fase della attuazione e del confronto con il territorio. ”.

Alessandro Gubitosi
“Un grande pezzo della città è sommerso ed è patrimonio che deve essere valorizzato. Ora la città di Pozzuoli conta tra i propri cittadini e abitanti oltre il 50% di addetti al commercio e ai servizi. Una cifra enorme rispetto a quella degli anni ’70, dove gran parte dei puteolani era impiegato nell’industria. Pertanto Pozzuoli ha subito un cambiamento non soltanto fisico ma anche economico e sociale negli ultimi tempi. Il Masterplan redatto da Pewter Eisenman darà la possibilità di superare alcune barriere strutturali come la Starza e la linea della Cumana. I nuovi edifici e le vie di comunicazione saranno in direzione Nord-Sud. La popolazione potrà usufruire di tutta la costa (6-7 km) da Lucrino fino al Centro storico. Nella zona dell’ex Sofer verrà costruito l’albergo di 250 camere e tra l’altro un centro servizi. A completa disposizione della cittadinanza sarà il Parco pubblico di oltre 30 ettari. Il Masterplan prevede anche interventi sulla fascia costiera domizia.”.

Francesco Felice Buonfantino – GNOSIS Architettura
La riconversione delle volumetrie, Il parco Urbano “Far rivivere Pozzuoli con un identità finora negata ripercorrendo la strada degli interventi visti nelle città di Barcellona, Bilbao, Lisbona e Santa Barbara in grado di rilanciare l’economia dell’intera area. Il sogno si materializza se si pone attenzione alla storia, all’archeologia e all’ambiente sostenibile ed ad una accurata analisi territoriale e della popolazione”.

Ciro Marciano- SINTRA
Sono state illustrate le potenzialità di accesso alla zona puteolana con particolare riguardo ai flussi in entrata e in uscita. Queste le principali direttrici d’intervento: Potenziamento trasporti pubblici , Riqualifica dell’area di superficie, Potenziamento dei parcheggi. Le scelte sono state fatte in considerazione di una approfondita analisi delle aree di sosta con particolare attenzione a quelle di Porta Puteoli (1300 Posti) Gerolomini Cava Reggia (486 posti) Cappuccini (255 posti).

Pasquale Belfiore

- presidente In/Arch Campania
“Tre buoni motivi per apprezzare il Masterplan: l’ambito delle procedure è per noi dell’In/Arch più che positivo. È apprezzabile la collaborazione tra pubblico e privato coinvolgendo il mondo scientifico e culturale. In più è da sottolineare la gestione laica degli strumenti urbanistici: bisogna partire dal principio che, ad esempio, i Piani Regolatori possono essere modificati se si manifestano delle esigenze. Mi preoccupa invece il vantaggio che ha la linea di costa rispetto all’interno. Auspico che Eisenman tenga la barra diritta della sua coerenza architettonica”.

Edoardo Benassai

Pippo Dalla Vecchia – Presidente Rycc Savoia
“L’accademia che vogliamo inserire nell’ex area Sofer ha due grandi finalità: organizzazione dei grandi eventi e consentire l’allenamento delle squadre delle nazioni che non godono di un clima favorevole. Il golfo di Pozzuoli oltre che alla sua ampiezza dà la possibilità di poter utilizzare le sue acque per 300 giorni all’anno”.
- Federico II
“Il Masterplan è da considerarsi positivo per la concretezza del disegno presentato. Bisognerebbe invece dire qualcosa di più a riguardo alla tutela dei laghi e al ripascimento delle spiagge. Il rispetto delle spiagge è fondamentale per garantire il diritto alla balneazione della cittadinanza”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©