Provincia / Area Flegrea

Commenta Stampa

Preoccupante il sovraffollamento nel penitenziario puteolano

Pozzuoli, il grido d'allarme dell'Associazione Antigone

I dati sono stati forniti dall'Amministrazione Penitenziaria

Pozzuoli, il grido d'allarme dell'Associazione Antigone
18/05/2011, 10:05

POZZUOLI (NA) - "La casa circondariale di Pozzuoli non è altro che un vecchio convento del Seicento, adattato poi a carcere. Ne derivano diverse conseguenze, come la disponibilità di spazi adeguati per le detenute, per non parlare di altri problemi come la forte umidità delle celle, cosa che in una struttura moderna non si presenterebbe. Purtroppo ciò che affligge maggiormente le detenute di Pozzuoli è la difficoltà dei colloqui. Visto anche la scarsità di personale, i parenti delle detenute sono costrette a lunghissime attese prima di potersi incontrare". Questo il grido d'allarme dell'Associazione Antigone, che punta il dito contro una questione ormai annosa: il sovraffollamento della casa circondariale di via Pergolesi a Pozzuoli. Dagli ultimi dati forniti dall'Amministrazione Penitenziaria si evince, infatti, che le recluse nel carcere "in rosa" sono più del doppio: 183 donne su una capienza di 91.

Commenta Stampa
di Tiziana Casciaro
Riproduzione riservata ©