Provincia / Area Flegrea

Commenta Stampa

Pozzuoli, insieme a 2 complici rapina villa e durante fuga resta infilzato sul cancello

Carabinieri arrestano 3 stranieri

Pozzuoli, insieme a 2 complici rapina villa e durante fuga resta infilzato sul cancello
10/12/2013, 12:08

POZZUOLI - I carabinieri della compagnia di Pozzuoli insieme a colleghi della locale stazione hanno tratto in arresto 3 cittadini stranieri già noti alle forze dell'ordine responsabili di rapina in villa.
Gli arrestati, Darchia Ilia, georgiano, 35enne, Gricoriev Nicola, ucraino, 22enne e Pavlioglo Andrey Georgievich, bulgaro, 30enne, erano penetrati forzando la porta d’ingresso nella villa in via Pietrarse di un pensionato 68enne del luogo e puntandogli un cacciavite alla gola lo avevano immobilizzato costringendolo a terra…
Il malcapitato e’ comunque riuscito a liberarsi e urlando ha attirato l’attenzione dei vicini familiari…
A questo punto i 3 malfattori si sono dati alla fuga portando via 800 euro in contante che avevano trovato nella stanza da letto...
I carabinieri, prontamente accorsi in zona dopo richiesta di aiuto al 112, hanno subito trovato a terra in una pozza di sangue Andrey Georgievich Pavlioglo: tentando di scavalcare il cancello della villa era rimasto trafitto nell’arcata delle gambe…
L’infilzato e’ stato soccorso e trasportato all’ospedale Santa Maria delle Grazie ove i medici l’hanno sottoposto a intervento chirurgico disponendo il ricovero (non in pericolo di vita). L’uomo e’ in stato di piantonamento.
Nel frattempo Ilia Darchia, che si era nascosto nelle campagne, e’ stato individuato e bloccato.
Le serrate ricerche operate con il supporto di altre pattuglie sono state estese anche alle arterie stradali confinanti e su una di esse, via Campana, e’ stato individuato e bloccato Nicola Gricoriev, dichiarato in arresto poco dopo perché riconosciuto dalla vittima e da altre persone che l’avevano visto allontanarsi.
Il conseguente sopralluogo e la perquisizione personale dei predetti hanno portato al sequestro del cacciavite usato per minacciare l’anziano, di tre calze di naylon e di un berretto con visiera, di arnesi vari atti allo scasso.
Gli altri rapinatori sono stati tradotti nella casa circondariale di Poggioreale.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©