Provincia / Area Flegrea

Commenta Stampa

Pozzuoli, oggi il primo consiglio comunale

E' prevista una mobilitazione per i rifiuti a Rione Terra

Pozzuoli, oggi il primo consiglio comunale
11/07/2011, 14:07

POZZUOLI (NA) - E’ stata messa in programma per oggi, lunedì 11 luglio alle ore 18, presso la sala consiliare del Palazzo Migliaresi del Rione Terra, la prima seduta del nuovo consiglio comunale. Si partirà dall’esame delle condizioni di eleggibilità ( articolo 41 – comma 1 T.u.e.l. 267/00) dei 24 consiglieri comunali e del neo sindaco, Agostino Magliulo, uscito vincitore alle elezioni amministrative del 15 e 16 maggio. Seguirà il giuramento del primo cittadino, previsto dal Tuel al comma 11 dell’articolo 50. All’ordine del giorno ci sarà, inoltre, l’elezione del Presidente e di due vice presidenti del Consiglio Comunale; al quarto punto si terrà la comunicazione del sindaco in ordine ai componenti della giunta comunale, mentre al quinto l’elezione dei componenti della Commissione Elettorale Comunale. La prima seduta del parlamentino civico si preannuncia, intanto, già bollente; Enzo Figliolia, ex candidato a sindaco di centrosinistra e attualmente consigliere comunale del Pd, ha dichiarato infatti di voler prendere parola per spiegare il motivo per il quale nove consiglieri di opposizione hanno disertato la cerimonia degli eletti, tenutasi il 23 giugno al Rione Terra. Ma le polemiche contro l’operato dell’ex dirigente dell’Ufficio tecnico di Pozzuoli, l’ingegnere Magliulo, arrivano anche dall’interno. La scelta dei sette assessori non ha soddisfatto interamente la coalizione di centro-destra; ad essere stata estromessa è stata la forza politica di Pozzuoli Futura, che con 4mila voti ha contribuito alla vittoria del sindaco Magliulo. “Il nostro movimento, pur non intenzionato a porre in difficoltà il sindaco Magliulo, si pone in posizione critica, e di attesa, rispetto alla giunta che nasce, riservandosi il diritto di decidere il proprio voto solo dopo aver ascoltato le dichiarazioni programmatiche del sindaco, rivendicando in ogni caso il diritto-dovere di appoggiare tutte le azioni volte al miglioramento della città, ma di bocciare quelle che invece riterrà nocive e in contrasto con il mandato conferitogli dai proprio elettori”. Il tono della forza politica, guidata dall’ex consigliere provinciale Filippo Monaco, è duro e volto a sottolineare la mancata condivisione di intenti con il sindaco Magliulo. La scelta della fascia tricolore di Pozzuoli è stata, infatti, considerata "culturalmente provinciale e arretrata": gli assessori sono tutti tecnici e estranei al territorio.
“Pozzuoli è ricca di intelligenze – rincara la dose Pozzuoli Futura – in grado di metter in campo strategie di sviluppo degne di città, italiane ed europee, attualmente più avanti. Non è con la legione straniera che si marca la distanza dalle lobbies locali”. Insomma, un inizio davvero poco piacevole per un’amministrazione che da poco ha iniziato a muovere i primi passi.

Commenta Stampa
di Tiziana Casciaro
Riproduzione riservata ©