Provincia / Area Flegrea

Commenta Stampa

Il sindacalista puteolano fa un passo indietro per i giovani

Pozzuoli, Prebenda rinuncia alla candidatura a sindaco

Scatta il conto alla rovescia per le elezioni comunali

Pozzuoli, Prebenda rinuncia alla candidatura a sindaco
30/03/2011, 16:03

POZZUOLI (NA) - “Ho deciso di fare un passo indietro, lasciando il testimone politico nelle mani dei giovani, perché sul territorio di Pozzuoli c’è tanta voglia di ricambio con una politica leale e capace. Con <<Pozzuoli deve vivere>> daremo l’appoggio a chi veramente vuol dare una grande svolta al paese senza guardare il colore politico, tenendo presenti le capacità a gestire la cosa pubblica”. Esordisce così Gennaro Prebenda, il primo a sciogliere le riserve, ufficializzando settimane fa la propria candidatura a primo cittadino di Pozzuoli con la lista civica “Pozzuoli deve Vivere”. Ma oggi il “messicano”, pur abbandonando il progetto di possedere le redini della città, ci tiene a precisare l’impegno dell’associazione da lui presieduta. “Gli interventi di piccolo cabotaggio offendono i puteolani nella loro ricca tradizione archeologica, storica, paesaggistica, commerciale e termale. <<Pozzuoli deve vivere>> vuole difendere gli interessi popolari, adottando interventi di manutenzione del patrimonio storico-archeologico e utilizzando i socialmente utili; vogliamo sviluppare un itinerario storico-geologico con interventi strutturali connessi a tale sviluppo. Tali interventi, peraltro, hanno un notevole impatto nello sviluppo commerciale. In questo settore crediamo che vada favorita la cooperazione come strumento di sviluppo occupazionale. Lo stesso dicasi del rilancio industriale, ambientale compatibile che è una direttrice fondamentale di sviluppo. Perché non vengono attuati i programmi di utilizzo energetico del calore sotterraneo? Il diritto a governare passa nella sostanza di un programma finalizzato al beneficio di tutto il territorio”. In particolare, il presidente dell’associazione “Pozzuoli deve vivere” prosegue la sua battaglia per il restyling di via Pergolesi, che dal settembre del 2001, a causa di un nubifragio che mise in ginocchio l’intera Campania, versa ancora in uno stato disastroso. Prebenda chiede, dunque, ai politici che scenderanno in campo durante la prossima tornata elettorale di lottare con l’ambizione di migliorare il volto di Pozzuoli con una serie di provvedimenti, finalizzati a far decollare il turismo a e sfruttare tutte le potenzialità che la città flegrea presenta. “Saremo controllori attenti, imparziali ed implacabili – chiosa il “messicano” già pronto a sottolineare le criticità della futura amministrazione comunale, che sarà eletta nel mese di maggio - Quotidianamente interverremo come “Pozzuoli deve vivere” presso chiunque vincerà le elezioni per il rispetto e l’attuazione dei programmi annunciati. Presente e futuro non sono dettati assolutamente da motivi elettoralistici di candidatura, pertanto la nostra forza è legittima”. Il sodalizio puteolano preannuncia, inoltre, una serie di manifestazioni e di conferenze stampa.

Commenta Stampa
di Tiziana Casciaro
Riproduzione riservata ©