Provincia / Area Flegrea

Commenta Stampa

Primarie, a Pozzuoli 78% per Bersani: record assoluto tra Napoli e provincia


Primarie, a Pozzuoli 78% per Bersani: record assoluto tra Napoli e provincia
03/12/2012, 16:32

Dai dati definitivi dello scrutinio per il ballottaggio per le Primarie del centrosinistra, emerge che tra la città di Napoli e i Comuni della provincia partenopea, il record di preferenze per il segretario Pier Luigi Bersani si è registrato a Pozzuoli con Bersani che è arrivato al 78% dei consensi. Un dato record assoluto tra Napoli e provincia; tra i più alti in tutto il Sud Italia. I votanti totali per il ballottaggio sono stati 2244, appena 500 in meno rispetto al primo turno.

«Pozzuoli e il suo popolo di centrosinistra ha dimostrato ancora una volta di appoggiare le battaglie del Partito Democratico, premiando il segretario Bersani con un voto quasi plebiscitario – dichiara con soddisfazione il sindaco Pd Vincenzo Figliolia, eletto a maggio scorso sindaco con quasi il 68% dei consensi – Ancora una volta Pozzuoli ha dimostrato di voler bene al Partito Democratico. Ringrazio i miei concittadini, per aver reso possibile con il loro sforzo una affluenza alle urne tra le più alte, in netta controtendenza con il dilagante fenomeno dell'antipolitica. E un ringraziamento particolare va anche al nuovo segretario cittadino del Pd, ai 71 membri della direzione cittadina del partito, a tutti i consiglieri comunali, i militanti, i simpatizzanti e, ovviamente, alle tantissime volontarie e volontari che si sono adoperati con impegno e zelo, come già fatto per la campagna elettorale per le amministrative di maggio. Il dato del Pd in città è sempre in crescendo negli ultimi anni, con un balzo in avanti che fa ben sperare anche per le Politiche del 2013. Gli slogan usati dalla mia coalizione di centrosinistra che ci ha portati al governo di Pozzuoli sono stati “Pozzuoli Bene Comune” e “Adesso sì”: facendo una battuta posso dire che Pozzuoli è stato laboratorio fecondo anche per gli slogan per le primarie scelti da Bersani e Renzi».

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©