Provincia / Napoli

Commenta Stampa

Niente da fare per De Magistris

Primarie SEL. 604 tesserati scelgono Morcone


Primarie SEL. 604 tesserati scelgono Morcone
20/03/2011, 20:03

Gli iscritti a "Sinistra e Liberta" hanno scelto il candidato del Pd Mario Morcone nel referendum interno che lo opponeva al candidato di Idv Luigi De Magistris. Il prefetto ha avuto 350 voti contro i 254 dell' ex pm. Sui circa 2000 iscritti di Sel a Napoli hanno votato in 604, divisi in cinque seggi. Netta affermazione di Morcone a Barra, periferia orientale della città. Vittoria di De Magistris al Vomero, quartiere residenziale medio-alto borghese. Equilibrio nei seggi del centro storico, a Bagnoli ed a Secondigliano, con preferenza per Morcone.

"Voglio ringraziare gli amici di Sinistra Ecologia e Libertà che dopo aver ascoltato le mie ragioni nell'assemblea programmatica di sabato, oggi si sono espressi e con un referendum hanno deciso di sostenere la mia candidatura a sindaco di Napoli". Così il candidato sindaco di Napoli del Pd, Mario Morcone. "Questo voto è un segnale chiaro, un richiamo all'unità delle sinistre intorno ad un progetto concreto - aggiunge Morcone - ora la priorità è proprio quella di lavorare ad un programma che tenga conto delle sensibilità di tutti coloro i quali hanno deciso di sostenere la mia candidatura a sindaco di Napoli".

Dopo l' esito del referendum interno, che ha visto prevalere tra gli iscritti il candidato del Pd Mario Morcone, Sinistra e libertà lancia un appello a Luigi De Magistris a "riconsiderare il tema dell' unità della coalizione". "Abbiamo compiuto il nostro percorso democratico - afferma "Sinistra e libertà di Napoli - unici tra le forze politiche a scegliere in questo modo il candidato alle Comunali, ma non rinunciamo al tema dell' unità già a partire delle Municipalità e rivolgiamo un appello a De Magistris in questo senso".

"E' motivo di soddisfazione la scelta compiuta dagli iscritti di Sel che hanno deciso di sostenere Mario Morcone, il candidato del Pd per le prossime amministrative di Napoli. E' una decisione che rafforza l'unità del centrosinistra e crea le premesse indispensabili per battere la destra di Cosentino che non è in grado di assicurare un futuro e la ripresa della città di Napoli". Lo afferma in una nota il responsabile Enti Locali del Pd, Davide Zoggia spiegando che "il risultato deve spingere a lavorare intensamente ad una ricomposizione dell'intero fronte del centrosinistra". "Il Pd, già dalle prossime ore, si adopererà per raggiungere questo risultato. A questo punto - conclude - ci auguriamo che anche tutte le altre forze del centrosinistra abbiano a cuore l'interesse della Città e facciano altrettanto per ricostruire un percorso unitario"

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©