Provincia / Caserta

Commenta Stampa

Due legali insorgono ed il giudice si riserva di decidere

Processo Cosentino, Ministero dell’Interno parte civile

Santa Maria Capua Vetere, prossima udienza il 5 aprile

.

Processo Cosentino, Ministero dell’Interno parte civile
28/03/2013, 11:01

SANTA MARIA CAPUA VETERE – E’ stata rinviata al prossimo 5 aprile l’udienza del processo “Il Principe e la scheda ballerina” che vede imputato al Tribunale di Santa Maria Capua Vetere l’ex deputato del Pdl, Nicola Cosentino, per i reati di riciclaggio e corruzione aggravati dall’aver agevolato il clan dei Casalesi. Con Cosentino sono imputati altri 20 soggetti tra cui un ex funzionario dell’Ufficio Tecnico del Comune di Casal di Principe per ulteriori capi di imputazione che vanno dal falso all’abuso d’ufficio al voto di scambio; per altri 40 imputati, tra cui l’ex sindaco di Casal di Principe Cristiano Cipriano, il processo si sta svolgendo con rito abbreviato davanti al gup di Napoli. Il collegio, presieduto da Orazio Rossi, nonostante i legali di alcuni imputati non fossero presenti per l’astensione proclamata dall’Ordine degli Avvocati, ieri ha deciso di tenere comunque l’udienza vista la posizione di tre imputati in regine di detenzione, tra cui lo stesso Cosentino che però non era in aula. L’avvocato dello Stato Andrea Rippa, presente all’udienza, ha avanzato richiesta di costituzione di parte civile per la Presidenza del Consiglio dei Ministri e il Ministero dell’Interno. Ad insorgere, a tal riguardo, sono stati due legali, l’avvocato Agostino De Caro, difensore di Cosentino, e l’avvocato Giuseppe Stellato, che rappresenta altri dei 21 imputati. Il collegio, a questo punto, si è riservato la decisione annunciando che il pronunciamento sull’eventuale costituzione di parte civile del Ministero dell’Interno, arriverà all’udienza dell’8 maggio.

Commenta Stampa
di Emilio di Cioccio
Riproduzione riservata ©