Provincia / Napoli

Commenta Stampa

Provincia di Napoli, il consiglio approva riparto avanzo amministrazione 2010


Provincia di Napoli, il consiglio approva riparto avanzo amministrazione 2010
29/11/2011, 17:11

Il Consiglio provinciale di Napoli, riunito nella sala consiliare del complesso monumentale di S.Maria la Nova, ha approvato oggi, a maggioranza, il riparto dell’avanzo di amministrazione 2010. Il totale della manovra ammonta a circa 91 milioni di euro.
“La strategia alla base della manovra vuole innanzitutto concentrare le funzioni tipiche dell’ente nei settori dell’edilizia scolastica, dell’ambiente e della viabilità. Intendiamo, inoltre, concorrere con le altre istituzioni a migliorare la sicurezza e la legalità del sistema socio-economico provinciale. Un punto importante e indicativo è comunque anche quanto abbiamo fatto per migliorare la situazione patrimoniale dell’ente”. Lo ha detto il presidente della Provincia di Napoli, Luigi Cesaro, commentando l’approvazione.
“Nei fondi utilizzabili, infatti, concorrono anche oltre 2 milioni di euro provenienti dalla liquidazione della Pubblic Digital Factory spa nell’ambito del programma di dismissioni delle partecipate avviate dalla giunta. Inoltre, – ha aggiunto Cesaro - ritengo un significativo segnale anche la decisione di estinguere in anticipo un debito di circa 2 milioni di euro contratto dalla precedente amministrazione con la Cassa depositi e prestiti per il finanziamento di opere di edilizia scolastica. Credo, insomma che, in un quadro quanto mai complesso della situazione finanziaria che riguarda gli enti locali, la provincia di Napoli abbia dimostrato di avere una gestione oculata in linea con quello che era il programma di governo e con la situazione economica globale”.
“La strategia della manovra – ha spiegato l’assessore Cascio nel suo intervento - è stata ispirata a concentrare le risorse nelle funzioni tipiche dell’Ente. In particolare, per migliorare la sicurezza e la legalità del sistema socio economico provinciale – ha detto ancora l’assessore Cascio - sono stati destinati 2,8 milioni di euro a potenziare le dotazioni infrastrutturali di forze dell’ordine e degli organismi di giustizia sul territorio; nell’area edilizia scolastica sono stati finanziati 3 nuovi istituti, l’ampliamento di 2 plessi, l’acquisto di 2 edifici ed altri 10 progetti di ristrutturazione e manutenzione distribuiti su più edifici; nell’area viabilità sono stati finanziati ben 62 progetti, tra cui la viabilità per la nuova sede NATO a Lago Patria, l’installazione di un sistema tutor sull’asse mediano al fine di ridurre il rischio di incidenti, ma anche al fine di contrastare l’evasione dall’obbligo di copertura assicurativa RCA. Per l’ambiente sono stati previsti progetti per la realizzazione di centri per la raccolta differenziata e l’acquisto di attrezzature e 14 progetti di manutenzione di alvei e costoni. Nel complesso, i progetti finanziati, compresa l’estinzione del mutuo, ammontano a circa 89 milioni di euro di cui all’edilizia scolastica, per 35 milioni di euro, alla viabilità, per 27 milioni di euro, all’ambiente, per 12 milioni di euro, alla legalità e sicurezza, per 2,8 milioni di euro, al patrimonio proprio, per 2,2 milioni di euro, alle energie ecosostenibili, per 2 milioni di euro”.
"La manovra approvata - ha concluso l'assessore Cascio – che definirei plurale, equilibrata ed equa attesta il buon stato di salute dell'Ente e la volontà di portare avanti azioni tese allo sviluppo del territorio amministrato attraverso principi di trasparenza ed efficienza nella gestione delle risorse pubbliche, nonostante le difficoltà finanziarie in cui, per ovvie ragioni, si sta muovendo il mondo della finanza pubblica”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©