Provincia / Torre Annunziata

Commenta Stampa

Per l’arredo urbano si spenderanno 400mila euro

Quadrilatero delle Carceri, via agli abbattimenti


.

Quadrilatero delle Carceri, via agli abbattimenti
18/02/2010, 16:02

TORRE ANNUNZIATA – Parte il restyling del Quadrilatero delle Carceri. A breve si procederà agli abbattimenti degli edifici pericolanti. Intanto la giunta ha approvato un progetto di 400 mila euro per l’arredo urbano, il piano dovrà essere finanziato dalla Regione Campania. Dopo anni di abbandono e degrado,  i fabbricati a rischio crollo saranno abbattuti e lasceranno spazio a nuove piazze e giardini. Gli interventi costeranno complessivamente oltre due milioni di euro. Sono stati individuati già i primi due edifici da abbattere, a corso Vittorio Emanale III, si tratta di quello all’angolo con via Fontana e di un altro all’angolo con via Aurora. La giunta ha dato il via libera ad una delibera con la quale viene fatta una richiesta alla Regione Campania di finanziare per 400 mila euro l’arredo urbano nella zona franca. Il progetto prevede la realizzazione di piazze e panchine. Finora i fondi sono stati utilizzati per realizzare un nuovo impianto di illuminazione e per il rifacimento del manto stradale. Dal terremoto dell’80 non si è provveduto alla ricostruzione: gli edifici sono fatiscenti. Le famiglie vivono in condizioni igienico sanitarie precarie, alcuni stabili sono abbandonati, altri ospitano immigrati, non mancano topi e rifiuti. Gli abitanti del quartiere da tempo aspettano interventi da parte del Comune, non sono mancate negli anni le lamentele e le richieste alle istituzioni per la demolizione degli edifici a rischio crollo. “Già da due anni e mezzo stiamo provvedendo alla riqualificazione di tutta la zona sud di Torre Annunziata. L’abbattimento e la realizzazione di spazi fa parte di un progetto più ampio - spiega il vicesindaco Tommaso Solimene -  che vede nella zona franca il nostro punto di forza. Verranno abbattuti tre fabbricanti pericolanti per lasciare spazio a piazze e giardini e migliorare la vivibilità del quartiere. Siamo convinti che questi interventi di riqualificazione comporteranno anche nuovi stimoli ad investire per gli imprenditori della zona. Il finanziamento di 400mila euro va a completare altri due finanziamenti già previsti dalla Regione Campania che si aggirano intorno ad un milione e mezzo di euro che serviranno a riqualificare l’intero quartiere”.

Commenta Stampa
di Antonella Losapio
Riproduzione riservata ©