Provincia / Napoli

Commenta Stampa

Qualiano, De Luca: "moderate i toni"


Qualiano, De Luca: 'moderate i toni'
09/05/2013, 15:13

Nonostante le ultime scorrettezze che hanno fatto scaturire una denuncia, l’aspirante Primo cittadino lancia agli avversari ancora un’esortazione all’uso di toni pacati e corretti: “Sono davvero amareggiato e dispiaciuto per ciò che ha fatto un mio avversario diffondendo notizie false,che hanno un unico risultato: allontanare ancora di più le persone dalla politica. Nonostante io sia la vittima di questa trama, ancora una volta voglio invitare i miei avversari ad usare toni pacati e corretti. Se ci proponiamo per guidare un paese non possiamo sottrarci all’obbligo delle correttezza in primis. Sulla questione acqua, ribadisco che  sono pronto a prendere parte a qualunque incontro pubblico”. Ludovico De Luca, candidato sindaco per il Comune di Qualiano,  alle prossime amministrative del 26 e 27 maggio, è amareggiato per l’inasprimento dei toni della Campagna elettorale, ma non perde il caratteristico aplomb, anche se si è cautelato. Ogni volta che arriva la bolletta dell’acqua pensate al danno causato da Ludovico De Luca, ai cittadini di Qualiano, immaginate in futuro cosa sarà capace di fareè il testo accusatorio del volantino  al quale è stata allegata la delibera di Giunta n°64 del 12/04/2013 “Servizio idrico integrato, presa d’atto delle tariffe applicate dal concessionario Acquedotti Spca”, un po’ “modificata”. A meno di 20 giorni dal responso delle urne a Qualiano, l’atmosfera politica è sempre più incandescente ed i candidati si danno battaglia anche ricorrendo a azioni false. “ A quel tempo ero assessore alla Pubblica Istruzione, Cultura e Sport, niente avevo a che fare con l’acqua. Tra l’altro  l’affido era già stato fatto con un atto monocratico dell’allora sindaco. – precisa De Luca con serenità – Questa delibera in cui vogliono farmi vedere come il Belzebù della situazione, non è altro che una normale presa d’atto propedeutica all’approvazione del Bilancio comunale al pari di tutti gli altri tributi. Un atto dovuto e non una scelta politica”.  Sono stati  denunciati tutti coloro che hanno ideato, redatto e manomesso l’atto pubblico ed il volantino distribuito durante il comizio elettorale del sindaco uscente Salvatore Onofaro. La denuncia ai Carabinieri  reca la firma di Ludovico De Luca vittima di un’azione falsa e spregevole, che attiverà un procedimento penale, per la condanna dei colpevoli. Il risarcimento civile per i danni materiali, morali e di lesione di immagine, che ne deriveranno saranno devoluti alla collettività ed alle famiglie disagiate di Qualiano. Intanto intorno allo slogan “Mettiamoci al lavoro!” scelto come sintesi del progetto politico condiviso unanimemente da otto gruppi politici cresce sempre più l’adesione, per il vero cambiamento che Qualiano merita.  

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©