Provincia / Napoli

Commenta Stampa

Qualiano, "Il Comune parte civile contro abbandono rifiuti"


Qualiano, 'Il Comune parte civile contro abbandono rifiuti'
21/10/2013, 12:02

QUALIANO - “Ogni giorno combattiamo una guerra contro l’abbandono selvaggio di rifiuti sul nostro territorio, ma oramai non basta più. Nemmeno le centinaia di contravvenzioni ed  i sequestri di mezzi, sembrano ridurre questo fenomeno che, in particolare su questa strada, è quotidiano. Vengono vanificati tutti i nostri sforzi e di quei cittadini diligenti, che si impegnano nel fare la differenziata. Ora basta, perseguiremo la linea dura ed il Comune si costituirà parte civile in ogni processo che riguarda gli scarichi illeciti sul territorio di Qualiano”. Stamattina alle 8.30 il sindaco Ludovico De Luca, insieme ad una squadra di tecnici comunali, Poliziotti Municipali e personale della Multiservizi era sulla Grande Viabilità, per l’ennesimo scarico abusivo, lasciato addirittura al centro della carreggiata, che da via Ripuaria conduce al cavalcavia di accesso alla zona Asi.
Pezzi di cemento, legno, bidoni di pittura, stracci, un camion carico di  quello che in gergo viene chiamato “sfratto di cantiere” è stato abbandonato al centro della carreggiata impedendo di fatto anche il transito. Nell’immediato si è provveduto alla rimozione, mentre il personale della Municipale, Comandante in testa, è alla ricerca di qualche indizio, per  risalire agli autori del gesto, che sicuramente verranno identificati così come tanti altri, che in questi tre mesi si sono visti recapitare a casa una sanzione di 600€, per sversamento abusivo.
Sulla stessa problematica e sulla stessa strada, giovedì scorso era giunto a Qualiano anche l’inviato di “Striscia la Notizia, Luca Abete, che al termine dell’incontro con il Sindaco, visto l’impegno profuso dall’Amministrazione su questa scottante tematica, aveva  lanciato ai cittadinil’ennesimo appello a non abbandonare i rifiuti per strada.
La Grande Viabilità, l’asse viario che da via Ripuaria porta al cavalcavia dell’area industriale di Ponte Riccio è una  strada a doppia corsia ed  è tristemente nota, per essere il luogo prediletto, per l’abbandono di ogni sorta di rifiuto in particolare da automobilisti e camionisti in transito. I verbali elevati ed i sequestri effettuati, infatti, dicono che la percentuale di cittadini qualianesi verbalizzati, è nettamente inferiore rispetto a chi sversa e proviene dall’hinterland giuglianese oltre che da tutta Napoli a Pozzuoli.
Una lotta impari, sulla quale,  però, per fortuna, da qui a qualche mese potrebbe essere scritta la parola “fine”. L’adesione al “Protocollo della Terra dei Fuochi”,  infatti, permetterà di rimuovere gli ostacoli attuali monitorando  meglio il territorio e  conferendo  più velocemente i rifiuti stoccati sulle strade. Proprio oggi, poi, vi è l’espletamento della procedura di affido della rimozione dei rifiuti stoccati sulla GV, che è stata avviata lo scorso 25 settembre dopo il diniego ad intervenire della Multiservizi.
Per evitare che dopo qualche giorno la strada ritorni nelle stesse condizioni, installeremo un sistema funzionante di videoserveglianza dell’area ed altre zone a rischio, grazie alle facoltà ed ai fondi che ci conferisce l’adesione al “Protocollo della Terra dei Fuochi”- conclude il sindaco De Luca- Nel frattempo mi appello sempre ai miei concittadini: siate anche voi sentinelle del territorio e non permettete che altri lo vengano ad inquinare con i loro rifiuti. Ricordate che i costi di smaltimento sono a carico della nostra comunità e quindi di ognuno di noi!”

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©