Provincia / Napoli

Commenta Stampa

Qualiano ricorda i defunti e i caduti in guerra


Qualiano ricorda i defunti e i caduti in guerra
01/11/2013, 11:50

QUALIANO - Alle ore 12.00 di sabato 2 Novembre, nel giorno della ricorrenza dei Santi Morti, l’Amministrazione ricorda tutti i Defunti e don Francesco avrà il compito di celebrare la Santa Messa all’aperto, nel piazzale di fronte alla chiesetta all’interno del Cimitero cittadino.
Abbiamo fatto una corsa contro il tempo, per cercare di mettere ordine al Camposanto e renderlo accogliente, per questi giorni e per il futuro. Chi nella ricorrenza dei Defunti si recherà al Cimiter,o troverà tante cose cambiate ed un assetto generale più dignitoso”. L’assessore al Cimitero Venturino Cerqua, da tempo si sta dedicando alla riqualificazione del Camposanto cittadino, che in questi giorni mostra un nuovo e sobrio look. “Sono giorni di dolore,- conclude l’assessore Cerqua ma anche di gioia perché si va alla ricerca del conforto ed è importante sapere e vedere che i nostri cari riposano in un luogo decoroso”.
Per permettere un regolare flusso veicolare ed evitare gli ingorghi dovuti alla massiccia affluenza al Cimitero, anche quest’anno il Comando della Polizia Municipale ha predisposto un funzionale piano traffico.
Sempre alle ore 12.00, ma del 3 Novembre e nella chiesta di Santo Stefano, da don Lello, verrà celebrata una Santa Messa a ricordo dei Caduti in guerra. La cerimonia che ricorre il 4 Novembre, è stata anticipata al giorno festivo proprio, per permettere la partecipazione di tutti coloro, che vorranno rendere onore ai Caduti in guerra.
Successivamente alla cerimonia religiosa, infatti, verrà deposta una corona di alloro al Monumento ai Caduti in piazza Santo Stefano, sulle note del “silenzio” suonato da un trombettista dei Carabinieri.
Alla cerimonia prenderanno parte le forze militari cittadine, il sindaco Ludovico De Luca, i componenti della Giunta e del Consiglio unitamente ai civili.
Commemorare ed onorare i Caduti in guerra è un’importante azione di riflessione e concorre a legare una comunità con la sua storia passata, proiettandola verso un futuro consapevole dove può trovare spazio solo ed unicamente la pace”, chiosa il sindaco De Luca.

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©