Provincia / Area Flegrea

Commenta Stampa

Sauro Secone denuncia il cambio di rotta della Provincia

Quarto, campo Rom nell’ex cementificio

Piovono polemiche nella realtà flegrea

Quarto, campo Rom nell’ex cementificio
11/05/2011, 11:05

QUARTO (NA) - Cambia ancora destinazione d’uso l’area del cementificio del clan Polverino confiscato dalla Magistratura e destinato dalle istituzioni locali a Centro Polisportivo con piscina e campi di bocce per le iniziative sociali del Comune di Quarto. La Provincia nei giorni scorsi ha approntato un protocollo di intesa con il Commissario Straordinario del comune flegreo per destinare l’area ad ospitare un campo Rom per gli sgomberati di Giugliano. La nuova destinazione valutata dalla provincia va a penalizzare il Comune di Quarto che aveva presentato negli anni scorsi un progetto con la cooperativa ‘Sole’ per il recupero dell’area e l’utilizzo a fini sociali. Contro questo progetto è insorto il candidato sindaco del centro sinistra al Comune flegreo, Sauro Secone, già sindaco di Quarto, poi commissariato, che ha denunciato il cambio di rotta della Provincia in un momento critico della vita politica locale, in cui è assente il Consiglio Comunale. Peraltro la decisione della Provincia giunge a pochi giorni dalle elezioni e quindi dall’insediamento del nuovo sindaco. Nella denuncia di Secone c’è anche l’invito al commissario straordinario di lasciare che l’atto venga esaminato dalla nuova amministrazione appena si insedierà, in maniera che siano i rappresentanti del popolo a decidere e non i burocrati. Per il progetto di realizzazione in quella area del centro Polisportivo il comune aveva chiesto un finanziamento di 5 milioni di euro, che successivamente erano stati ridotti alla metà, facendo rinviare l’attuazione in attesa di nuovi fondi. Secone non si è detto contrario ad ospitare i Rom, ma vede nel ‘bliz’ operato dalla Provincia un passo decisivo per destinare ad altri usi l’ex cementificio della camorra.

Commenta Stampa
di Tiziana Casciaro
Riproduzione riservata ©