Provincia / Area Flegrea

Commenta Stampa

"L'amministrazione comunale si faccia carico delle spese"

Quarto, la Consulta Giovani scrive al sindaco Giarrusso

Con l'ondata di maltempo, i locali si sono allagati

Quarto, la Consulta Giovani scrive al sindaco Giarrusso
14/11/2011, 16:11

QUARTO (NA) - In seguito al primo incontro con il capo dell’esecutivo quartese, Massimo Carandente Giarrusso e alla promessa dell’amministrazione comunale di volersi rendere disponibile a lavorare in sinergia con la Consulta dei Giovani, il sodalizio ha formulato una serie di richieste.
“Con l’emergenza ambientale, culminata nel nubifragio di domenica, si esorta per l’ennesima volta l’amministrazione comunale a provvedere alla messa in funzione della pompa ad immersione e alla pulizia del vano di scolo dell’acqua piovana - scrivono i componenti della Consulta, che nei giorni successivi all’ondata di maltempo hanno provveduto a ripulire i locali dal fango e dall’acqua piovana penetrata nella struttura - Bisogna pianificare la manutenzione ordinaria per garantire il corretto funzionamento della cunetta. Abbiamo eseguito un intervento di emergenza per tamponare la situazione disastrosa in cui versavano i locali: circa 30 cm di acqua erano presenti in tutta la struttura dai bagni e dell’archivio; ci siamo sobbarcati di una spesa di 53,90 euro per consentire il deflusso di tutta l’acqua confluita all’interno. Questa situazione emergenziale ha portato al danneggiamento dell’arredamento e del materiale cartaceo presente nella struttura. A tal proposito visti i nostri sforzi economici e fisici riteniamo che sia doveroso che l’amministrazione comunale si faccia carico almeno del rimborso delle spese sostenute”.
I giovani della Consulta, ubicata in piazzale Europa, si sono recati anche al comando della Polizia Municipale, dove è stato spiegato loro che non era possibile effettuare altri interventi. “Ci teniamo a sottolineare all’amministrazione comunale che il nostro intervento è stato non solo utile, ma anche necessario per la salvaguardia dei documenti dell’archivio, come verificato dall’assessore Salatiello, dal personale dell’ufficio tecnico e dalle numerose persone passate nella giornata”.
La pioggia battente delle scorse settimane ha provocato poi alcuni danni all’impianto elettrico, che al momento non è funzionante. La Consulta dei Giovani denuncia, inoltre, il frequente fenomeno delle infiltrazioni idriche che “stanno danneggiando la muratura e di conseguenza l’utilizzo in sicurezza dei bagni”. “Si invita - si legge nella parte conclusiva della lettera - l’amministrazione comunale a fornire proposte risolutive per assolvere alla necessità di spazi per realizzare i corsi pomeridiani di doposcuola per gli studenti al fine di effettuare tale servizio per la collettività utilizzando strutture adeguate e confortevoli per favorire al meglio l’apprendimento. Di tale impegno si è fatto carico il sindaco il quale, condividendo l’alto valore sociale dell’iniziativa, si è impegnato ad attivare gli assessori competenti”.

Commenta Stampa
di Tiziana Casciaro
Riproduzione riservata ©