Provincia / Area Flegrea

Commenta Stampa

Ancora incertezze per l'area confiscata alla camorra

Quarto, la Prefettura risponde sulla questione "Campo rom"

Richieste di chiarimento da parte di Secone e di Amato

Quarto, la Prefettura risponde sulla questione 'Campo rom'
18/05/2011, 09:05

QUARTO (NA) - Nei giorni scorsi il candidato sindaco di centrosinistra di Quarto, Sauro Secone e il consigliere regionale Antonio Amato hanno chiesto maggiori delucidazioni sulla destinazione dell'ex cementificio requisito alla camorra nella zona di via Marmolito. Un'area che avrebbe dovuto accogliere una piscina comunale e che ora potrebbe, invece, ospitare un campo Rom. In una lettera il prefetto di Napoli, Andrea De Martino, risponde al consigliere Amato, illustrando le tappe di questa intricata vicenda. "Mi è gradito comunicarle che l'ipotesi di realizzazione sul bene in questione di una piattaforma polivalente per esigenze di Protezione civile e di carattere umanitario per i Rom di Giugliano è stata proposta ufficialmente dalla Provincia di Napoli nella riunione svoltasi in Prefettura in data 8 marzo 2011. Solo successivamente questa Prefettura è stata interessata dal Comune di Quarto al progetto per la creazione di un polo di aggregazione per giovani a rischio devianza, ricadente sulla medesima struttura, da finanziare con i fondi del Pon Sicurezza del Ministero dell'Interno. Le rappresentano che l'istanza presentata dal predetto comune per la realizzazione di un impianto sportivo, in adesione al bando denominato <<Io gioco legale>>, di recente emanato dall'Autorità di Gestione del Pon, è all'attenzione della commissione preposta per ogni più favorevole, consentita determinazione".

Commenta Stampa
di Tiziana Casciaro
Riproduzione riservata ©