Provincia / Area Flegrea

Commenta Stampa

Il centrodestra stravince nella cittadina flegrea

Quarto, Massimo Carandente Giarrusso è il nuovo sindaco

Pesante la sconfitta per l'ex primo cittadino, Sauro Secone

Quarto, Massimo Carandente Giarrusso è il nuovo sindaco
18/05/2011, 12:05

QUARTO (NA) - Con il ritorno a casa della precedente amministrazione comunale di centrosinistra, guidata da Sauro Secone, si è rinnovato nelle giornate del 15 e 16 maggio l’appuntamento con il voto nella cittadina flegrea. I cittadini di Quarto, dopo tre anni e mezzo di consiliatura, sono stati chiamati ad eleggere nuovamente il sindaco della propria città. “Il mio obiettivo principale è quello di rendere vivibile la realtà di Quarto, costruendo un percorso di sviluppo che coinvolga la cittadinanza” ha dichiarato in campagna elettorale Massimo Carandente Giarrusso, che con 13.724 preferenze (60,53%) è riuscito a strappare la fascia tricolore al sindaco uscente, Sauro Secone (6.707 voti pari al 29,58%). Ha stravinto, dunque, il centrodestra nella realtà di Quarto, dove si è registrata un'affluenza del 75,05%. Il neo-sindaco di centrodestra, supportato dalla coalizione composta da 5 forze politiche (Pdl, Udc, Verdi, Cim, Noi Sud), ha inserito nella sua proposta programmatica il progetto di spostare la stazione della metropolitana in via Brindisi, dove intende far ripristinare le cave, facendo sorgere numerose attività che siano da supporto al Santuario, che prenderà vita in questa area. “Dobbiamo creare un’alternativa a piazza Garibaldi e smettere di considerare Quarto solo come un dormitorio. Realizzeremo posti letto, ristoranti e tante altre infrastrutture che riattivino l’economia cittadina e che portino dunque turismo anche qui”. Tra i progetti di Giarrusso c’è sicuramente quello di creare una filiera istituzionale con la Provincia e la Regione.  “Con la destra al governo della città di Quarto attiveremo un processo di informatizzazione del Comune; la tecnologia risolve una miriade di problemi".

Commenta Stampa
di Tiziana Casciaro
Riproduzione riservata ©