Provincia / Area Flegrea

Commenta Stampa

Due vigilantes ambientali sono stati malmenati

Quarto: scatta la caccia all'aggressore


Quarto: scatta la caccia all'aggressore
22/09/2010, 12:09

QUARTO (NA) - <<È stata un’azione indegna e vile sulla quale chiedo alle forze dell’ordine di fare piena luce, individuando immediatamente l’uomo che questa mattina ha aggredito selvaggiamente due dipendenti della Quarto Multiservizi – dichiara il primo cittadino quartese Sauro Secone I due erano impegnati nelle attività di vigilanza ambientale a tutela del territorio periferico, da sempre trasformata in una pattumiera a cielo aperto dai cittadini dei Comuni limitrofi che sversano abusivamente sul nostro territorio. Quando hanno visto che l’uomo scaricava dalla sua autovettura materiale di risulta ed ingombranti lo hanno fermato per multarlo, ma lui per tutta risposta ha prima schiaffeggiato un dipendente e poi, quando questi è caduto a terra, ha infierito su di lui prendendolo a calci nel costato. Poi si è rivolto contro l’altro dipendente prendendolo a pugni e calci. Tutto ciò è intollerabile ed esprimo la mia più totale e piena solidarietà a nome dell'amministrazione comunale di Quarto ai due lavoratori aggrediti mentre facevano il loro lavoro».
Due dipendenti della società Quarto Multiservizi sono stati infatti attaccati da un uomo, mentre in via Pantaleo, alla periferia di Quarto, svolgevano il proprio turno di lavoro in qualità di vigilantes ambientali. I due hanno tentato di fermare l’uomo, mentre scaricava in un cassonetto materiale di risulta ed ingombranti. Si sono qualificati ed hanno chiesto al trasgressore di esibire i documenti per elevare la sanzione prevista dall'ordinanza sindacale, ma alla vista dei due dipendenti della Quarto Multiservizi, l’energumeno si è lanciato contro di loro prendendoli a schiaffi e pugni. Non contento, si è poi avventato su uno dei due che era stramazzato al suolo e lo ha colpito più volte allo stomaco e al costato. I due, soccorsi da alcuni testimoni, sono stati trasferiti al Pronto soccorso dell'ospedale Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli. Uno dei due, un 56enne, è stato dimesso con prognosi di venti giorni con ferite lacero contuse e la frattura di due costole. Il secondo, 58enne già infartuato, è stato trattenuto in osservazione a scopo precauzionale per controllare i parametri cardiocircolatori. Sulla vicenda indagano i vigili urbani di Quarto. I testimoni del grave episodio hanno rilevato una parte del numero di targa dell’aggressore, che potrebbe essere identificato nelle prossime ore.

Commenta Stampa
di Tiziana Casciaro
Riproduzione riservata ©