Provincia / Caserta

Commenta Stampa

Comune approva convenzione, otto compattatori in arrivo

Raccolta differenziata di pet e alluminio da febbraio -video

Del Gaudio: “Abbattiamo i costi di raccolta e smaltimento”

.

Raccolta differenziata di pet e alluminio da febbraio -video
16/01/2014, 11:12

CASERTA - Entro il prossimo mese di febbraio otto eco-compattatori per la raccolta di pet e alluminio verranno installati in diversi punti della città di Caserta e in due istituti scolastici. Ciò, a seguito di una convenzione approvata nel corso dell’ultima, in ordine di tempo, riunione di giunta. Per contribuire correttamente alla raccolta differenziata di questi materiali sarà possibile inserirli nelle apposite attrezzature posizionate in piazza Cattaneo, piazza Redentore, piazza Gramsci, piazza Matteotti, via Cilea, corso Giannone (presso la scuola “De Amicis”), viale delle Querce (presso la scuola “Don Milani”). “Abbiamo acquisito - spiega il sindaco Pio Del Gaudio - una proposta dell’azienda Garby che fornirà alla città gli eco-compattatori in grado di accogliere ogni giorno fino a 1.000 bottiglie di pet e 400 lattine di alluminio”. Questa iniziativa, nell’auspicabile partecipazione dei cittadini e degli studenti ad un conferimento che sarà possibile effettuare facilmente in zone centrali della città e direttamente negli istituti scolastici, è indirizzata a produrre un totale di 8 tonnellate al mese di pet e di 3 tonnellate e mezzo di alluminio, pari a un totale annuo di 138 tonnellate. In tal modo, il Comune abbatterà anche i costi di raccolta e smaltimento presso i consorzi di riferimento, pari a circa 26mila euro annui, di gran lunga superiori al mancato ricavo che ne deriverà, valutabile in circa 10mila euro. “Abbiamo programmato questa iniziativa - conclude il sindaco Del Gaudio - per distribuire più ampiamente sul territorio comunale i punti ove in maniera immediata cittadini e studenti potranno contribuire a sviluppare meglio la raccolta differenziata, così come da più parti ci era stato segnalato e chiesto”.

Commenta Stampa
di Emilio di Cioccio
Riproduzione riservata ©