Provincia / Acerra

Commenta Stampa

Raffaele Lettieri: "con l’approvazione del Puc nuove opportunità di sviluppo con regole certe per Acerra"


Raffaele Lettieri: 'con l’approvazione del Puc nuove opportunità di sviluppo con regole certe per Acerra'
13/04/2012, 12:04

Soddisfazione è stata espressa dal candidato a sindaco di Acerra Raffaele Lettieri per l’approvazione, avvenuta oggi, del Piano urbanistico comunale da parte del commissario prefettizio.

«Finora l’approvazione del Piano urbanistico comunale – ricorda il candidato a sindaco Raffaele Lettieri - non era stata possibile perché durante la scorsa esperienza amministrativa non erano pervenuti tutti i pareri obbligatori degli enti sovracomunali previsti dalla legge regionale.

Il nuovo piano urbanistico è un piano che non lascia spazio al “sacco” edilizio, coniuga con equilibrio servizi per l’utilità della collettività ma anche per implementare le funzioni commerciali e dare vita a nuovi centri direzionali.

Grazie anche al definitivo decollo di questo strumento, che dovrà essere approvato dalla Provincia, il Comune potrà fare finalmente la sua parte, garantendo manutenzione urbana, sviluppo delle aree produttive e opere pubbliche. Ipotizzare già adesso nuove varianti di questo strumento, senza spiegare come e quali modifiche apportare, significa lasciarsi andare alla demagogia elettorale, perché questo piano consentirà all’Amministrazione di governare con regole i processi urbanistici.

Nel dettaglio, sul fronte dell’edilizia privata il nuovo PUC tutela le aree agricole, le masserie ed il centro storico, e non consente ulteriori espansioni edificatorie, sul fronte delle strutture pubbliche, invece, prevede un milione e mezzo di metri quadri di infrastrutture per dedicare spazio a scuole, impianti sportivi ed uffici per il pubblico, con il risultato di migliorare notevolmente la qualità della vita dei cittadini di Acerra. E’ del tutto evidente che ora lo strumento urbanistico, così come adottato, obbliga la Regione Campania a rivedere le sue ultime scelte in materia di passaggio della Tav, ritornando alla nostra idea di transito della linea ferroviaria a Sud della città.

Tale piano risponde pienamente agli indirizzi espressi dal Consiglio comunale durante le consiliature dei sindaci Marletta ed Esposito.

Mi preme sottolineare, infine, che l’estensore del Piano è il professore Leonardo Benevolo, uno dei padri della architettura italiana, individuato con bando ad evidenza pubblica senza subire alcun condizionamento della politica o delle corporazioni. Un modello di amministrazione che facciamo nostro sin da ora e che guiderà la nostra azione amministrativa sin dai primi giorni della nuova consiliatura».

Rinforza la linea del candidato a sindaco anche l’ex assessore Enzo Falco: «Avevamo visto bene, e convinti di stare nel giusto abbiamo spinto la politica ad avere un atteggiamento favorevole nei confronti del Puc. Quindi, certi che non si potesse lasciare una città come Acerra priva di una programmazione urbanistica e prima che diventasse del tutto obsoleta, andava approvata quella già adottata. L’approvazione del Puc da parte del commissario Fulvi va accolta nell’intento che la politica torni ad esercitare il suo ruolo civile e democratico, aprendo una nuova stagione di gestione del territorio senza escludere modifiche e correzioni in positivo dello strumento approvato».



Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©