Provincia / Acerra

Commenta Stampa

Raffaele Lettieri: «Da sindaco avvierò un confronto perché la Regione riveda la sua decisione»


Raffaele Lettieri: «Da sindaco avvierò un confronto perché la Regione riveda la sua decisione»
06/04/2012, 13:04

Il candidato a sindaco di Acerra, Raffaele Lettieri, sostenuto dalle liste API, FLI, UDC, VERDI, PSI, ACERRA È TUA, IDEE NUOVE, INSIEME A LETTIERI SINDACO, ACERRA NEL CUORE, VOGLIA DI FARE, si scaglia contro la delibera della Giunta Regionale della Campania che ha modificato il tracciato della linea Alta Velocità Napoli – Bari, cancellando gli attraversamenti esterni di Acerra e prevedendo un tracciato che si innesta sulla attuale sede ferroviaria e attraversa la città a tutta velocità. «La scelta della Giunta regionale è sbagliata, ma tale decisione è stata favorita dall’assenza di rappresentanti istituzionali democraticamente eletti – sostiene Raffale Lettieri -. La città è stata abbandonata in una fase cruciale della sua storia. In ogni caso su temi di vitale importanza come questi dobbiamo restare uniti e non deve prevalere lo spirito di contrapposizione della campagna elettorale. Questa è l’ora in cui gli uomini liberi si occupino di Acerra e pensino a come rimediare agli errori fatti, anche a causa di chi in passato non ha deciso. Contro questi sbagli, nel 2005 sono state individuate soluzioni adeguate da parte di chi, invece, si è assunto la responsabilità di risolvere i problemi. Da sindaco – continua ancora Raffaele Lettieri – avvierò immediatamente un confronto con tutti gli enti istituzionali coinvolti, che obblighi la Regione a rivedere la sua decisione».

A sostegno della posizione del candidato sindaco Raffaele Lettieri interviene anche Enzo Falco, ex assessore all’Urbanistica della Giunta Esposito e vice segretario provinciale dell’Api, delegato della coalizione alle politiche del territorio: «Il nostro Piano urbanistico comunale, ex Prg, prevede il passaggio della Tav a Sud di Acerra, se non si fosse perso tempo per la sua definitiva approvazione, avremmo potuto evitare questa decisione scellerata, obbligando la Regione ad allineare le sue decisioni al nostro piano. Tutto ciò è mancato perché la più importante forza della coalizione di centrosinistra, che oggi pare aver cambiato idea proprio in vista della campagna elettorale, ha sempre ritenuto di dover modificare il Piano prima della sua approvazione. Il tempo perso ha causato – come si vede dalla decisione della Giunta Regionale – un ulteriore danno ad Acerra, a cui, con il sindaco Raffaele Lettieri, dovremo rimediare».

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©