Provincia / Ercolano

Commenta Stampa

Ma Ciro Bonajuto rilancia: "Vinceremo di sicuro nel 2017"

Rammarico Ercolano, è Mantova città della Cultura 2016 - Video


.

Rammarico Ercolano, è Mantova città della Cultura 2016 - Video
28/10/2015, 12:47

ERCOLANO - Ercolano non ce l'ha fatta. Dovrà rimandare le sue aspirazioni. E' stata scelta Mantova come capitale italiana della cultura 2016. Alle 17, a Roma, c'è stato il verdetto nel salone del Consiglio nazionale del Mibact, in via del Collegio Romano, dove è stata annunciata la città vincitrice tra le dieci finaliste (Aquileia, Como, Ercolano, Mantova, Parma, Pisa, Pistoia, Spoleto, Taranto e Terni). Mantova riceverà un milione di euro disponibile.

La commissione che ha determinato il premio era composta da Marco Cammelli, presidente, Francesca Cappelleti, Gino Mirocle Cresci, Cristina Loglio, Franco Iseppi, Antonio Preiti e Alberto Sinigaglia; tre dei componenti indicati direttamente dal ministro, tutti specialisti di chiara fama nel settore delle arti, della cultura e del turismo che hanno dovuto valutare le singole proposte, consegnato ieri al ministro Franceschini.

Nel salone del Consiglio nazionale del Mibact, il grande annuncio. Ad Ercolano, già simbolo dell'antiracket e del patto pubblico-privato realizzato con Packard agli scavi, non è bastata l'energia e la determinazione investite dal sindaco Ciro Bonajuto. Ci credeva il sindaco, e con lui un'intera città che aveva allestito un programma davvero ambizioso per trasformare la città degli scavi nell'epicentro internazionale della cultura.

E' rammaricato giustamente Buonajuto ma già pronto a ripartire lancia in resta «Abbiamo vinto comunque la sfida di aver coinvolto tutta la città in un progetto di cultura. Siamo ancora in corsa per il 2017, ci sarà più tempo e vinceremo di sicuro perché il nostro è un bel progetto».

Commenta Stampa
di Felice Massimo de Falco
Riproduzione riservata ©